Giorgio Napolitano
Napolitano: «C’è ripresa, ma no al facile ottimismo»
5 Novembre 2009
Berlusconi: «Non ho avuto una relazione con Noemi»
5 Novembre 2009
Mostra tutto

Vegas: una stortura da correggere l’Irap sulle perdite delle piccole imprese

Il Tesoro apre solo una piccola porta alle sempre più pressanti richieste di un taglio significativo delle tasse che arrivano da ampi settori della maggioranza.

Il Tesoro apre solo una piccola porta alle sempre più pressanti richieste di un taglio significativo delle tasse che arrivano da ampi settori della maggioranza. Sulle imposte – ha detto il vice ministro dell’Economia Giuseppe Vegas – potrà essere rivista «qualche stortura come la tassazione delle perdite» nell’Irap o si potrà dare un sostegno «a soggetti più deboli», come le Pmi, ma restano «dubbi» sulla possibilità di «una riduzione cospicua delle tasse» in un momento come quello attuale perchè appare difficile «intervenire sulla spesa dei grandi comparti sociali».

NESSUNA SCORCIATOIA – Vegas, parlando della necessità di non farsi prendere dalla tentazione di una scorciatoia di un calo delle tasse senza le adeguate coperture e, quindi, di un eventuale più ampio taglio dell’Irap sulle imprese che al momento non risulta possibile, ha confermato di fatto l’ipotesi circolata oggi di un intervento allo studio del Tesoro per un esenzione delle perdite delle imprese dall’imponibile Irap. Ampi spazi per un taglio delle tasse nel breve periodo, quindi, non ci sono ma, ha sottolineato Vegas, «questo non significa che, se esistono storture, queste non possano essere corrette: per esempio, se vengono tassate delle perdite, si può nell’ambito delle disponibilità rivedere la tassazione soprattutto riguardo i soggetti più deboli come le piccole imprese».

Comments are closed.