Caso Englaro, varato il decreto. Berlusconi: “No alla morte”
6 Febbraio 2009
Eluana, Napolitano non firma il decreto. Il governo approva ddl in tempo record
7 Febbraio 2009
Mostra tutto

Piano anti-crisi, due miliardi di incentivi

Vale circa due miliardi di euro il pacchetto di aiuti all'auto e ad altri settori industriali varato dal Consiglio dei ministri. Le misure decise dall'esecutivo sono «un passo avanti positivo, ma serve fare ancora di più» a favore di tutto il sistema, delle pmi e di tutti i settori, ha detto la presidente di Confindustria Emma Marcegaglia.

Vale circa due miliardi di euro il pacchetto di aiuti all’auto e ad altri settori industriali varato dal Consiglio dei ministri. Le misure decise dall’esecutivo sono «un passo avanti positivo, ma serve fare ancora di più» a favore di tutto il sistema, delle pmi e di tutti i settori, ha detto la presidente di Confindustria Emma Marcegaglia.

AUTO – Nel pacchetto anti-crisi è previsto un bonus di 1.500 euro per l’acquisto di un’auto Euro 4 o 5. Si privilegia lo scarso impatto ambientale: le emissioni devono essere inferiori ai 140 g/km per i veicoli a benzina e a 130 g/km per quelli diesel. È inoltre previsto un bonus di 2500 euro per l’acquisto di veicoli commerciali leggeri in cambio della rottamazione di veicoli Euro 0, 1 e 2 immatricolati entro il e un bonus di 1500 euro per auto a metano e idrogeno. Il bonus per rottamare le vecchie auto inquinanti per l’acquisto di nuove vetture è «a tempo»: varrà soltanto fino al 31 dicembre 2009.

MOTO – Si interviene anche sulle due ruote con un intervento di 500 euro per la rottamazione di motorini e motocicli Euro 0 e Euro 1 in cambio di una nuova due ruote Euro 3 fino a 400 di cilindrata.

ELETTRODOMESTICI E MOBILI – L’acquisto di nuovi elettrodomestici e mobili per la casa sarà sostenuto da uno sconto sull’Irpef del 20%. La spesa massima è di 10.000 euro e vale se legata ad una ristrutturazione edilizia. Si considereranno al proposito le domande di ristrutturazione avviate dal primo luglio 2008.

FIAT -A Piazza Affari Fiat ha accolto con favore il via libera del consiglio dei Ministri al pacchetto anti-crisi. Il titolo del Lingotto guadagna ora il 6,3% a 4,59 euro. Nel settore auto Pirelli segna un rialzo del 2,6% a 0,2 euro. Bene anche anche Brembo (+3,02 a 3,5 euro). Piaggio, grazie agli incentivi anche per l’acquisto delle moto, segna un +3,6% a 1,18 euro. Nel settore elettrodomestici, cauta Indesit in rialzo dello 0,57% a 3,08 euro.

BERLUSCONI – Il governo ha chiesto alle imprese del settore automobilistico «assicurazioni, come mantenere gli attuali stabilimenti in Italia, investire su nuovi prodotti e rispettare i pagamenti ai fornitori della componentistica che sono in forte sofferenza» ha detto il premier Silvio Berlusconi nel corso della successiva conferenza stampa a Palazzo Chigi. Il decreto legge anti crisi con incentivi per auto , mobili ed eletttrodomestici costerà allo Stato «oltre 2 miliardi di euro» ha spiegato ancora il premier. Inoltre grazie alle misure approvate oggi dal governo per contrastare la crisi economica «il Pil italiano potrebbe ricevere una spinta tra lo 0,5 e l’1% grazie ai consumi. Quindi il Pil 2009 potrebbe essere significativamente migliore del previsto -2,2%» ha sottolineato ancora Berlusconi.
«Con le regioni stiamo preparando un piano per gli ammortizzatori sociali da 8 miliardi di euro» ha detto ancora il capo del governo.

Comments are closed.