L’Italia scopre l’altura sudafricana
12 Giugno 2009
Parla Amanda: «Io picchiata e offesa»
12 Giugno 2009
Mostra tutto

Gheddafi incontra gli industriali «Imprese italiane prioritarie in Libia»

Terza giornata a Roma per il leader libico Muammar Gheddafi. Nell'ultima parte ufficiale della sua visita, il colonnello incontra gli imprenditori e una rappresentanza delle donne italiane, per chiudere nel pomeriggio con il faccia a faccia con il presidente della Camera Gianfranco Fini, prima di una tavola rotonda con lo stesso Fini e l'ex ministro degli Esteri Massimo D'Alema.

Terza giornata a Roma per il leader libico Muammar Gheddafi. Nell’ultima parte ufficiale della sua visita, il colonnello incontra gli imprenditori e una rappresentanza delle donne italiane, per chiudere nel pomeriggio con il faccia a faccia con il presidente della Camera Gianfranco Fini, prima di una tavola rotonda con lo stesso Fini e l’ex ministro degli Esteri Massimo D’Alema.
SVOLTA – Il presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, parla di «una svolta nei rapporti bilaterali». Il leader degli industriali sottolinea l’importanza della presenza sia delle imprese italiane in Libia, sia della presenza libica in Italia. La Marcegaglia parla poi del «superamento delle condizioni storiche che hanno condizionato il nostro passato». Gheddafi, dal canto suo, assicura che «le imprese italiane avranno la priorità in Libia». L’Italia, aggiunge, «ha un gran bisogno della Libia», per questo finché vigerà l’accordo di amicizia e di collaborazione tra i due paesi, la Libia non fornirà gas e petrolio ad altri «a danno dell’Italia». «Non credo – dice Gheddafi – che l’Italia possa commettere qualcosa che causi un atteggiamento del genere» Poi il leader libico aggiunge che «se in Italia ci fosse la sinistra al governo le fortune delle imprese sarebbero minori. Finché c’è Berlusconi le opportunità saranno maggiori». Infine l’avvertimento: il popolo libico, dice, «ha fatto la rivoluzione contro il colonialismo, ma anche contro la corruzione. Sotto questo aspetto siamo molto sensibili». Quindi, «io vi ho avvertito», le imprese che verranno scoperte «le mandiamo via».

TENDA – Gheddafi si tratterrà nella capitale anche sabato, per alcune visite che riceverà nella tenda beduina piantata a Villa Pamphili. Fonti della delegazione libica a seguito del colonnello, Muammar Gheddafi, hanno confermato al quotidiano panarabo al Sharq al Awsat che il leader di Tripoli ha intenzione di «incontrare la Comunità ebraica di Roma» e che contatti sono in corso per definire l’appuntamento anche se non è chiaro quando possa avvenire. Il foglio arabo edito a Londra che ha interpellato telefonicamente membri della delegazione a Roma riferisce che Gheddafi «discuterà con loro la possibilità di risarcire gli ebrei espulsi dalla Libia» spiegando che tale idea era stata annunciata da Seifualislam, il secondogenito di Gheddafi.

Comments are closed.