Obama a Strasburgo: “Contro il terrorismo gli Usa non posso essere soli”
3 Aprile 2009
Epifani: “Serve politica contro la crisi”
4 Aprile 2009
Mostra tutto

Franceschini: “Sarò al corteo”

Dario Franceschini parteciperà alla manifestazione della Cgil sabato al Circo Massimo. L'annuncio è stato dato dallo stesso Franceschini durante una conferenza stampa nella sede del Pd. «Vorrei usare le parole di Gordon Brown: laddove c'è un lavoratore, un povero o un disoccupato lì ci deve essere un progressista: e quindi domani sarò in piazza».

Dario Franceschini parteciperà alla manifestazione della Cgil sabato al Circo Massimo. L’annuncio è stato dato dallo stesso Franceschini durante una conferenza stampa nella sede del Pd. «Vorrei usare le parole di Gordon Brown: laddove c’è un lavoratore, un povero o un disoccupato lì ci deve essere un progressista: e quindi domani sarò in piazza».

IL PD ANDRA’ ANCHE ALLE ALTRE MANIFESTAZIONI – Il segretario del Pd precisa poi che come sabato sarà con la Cgil, allo stesso modo «andrò alle manifestazioni della Cisl e della Uil che reclamano misure per risolvere i problemi di chi perde il lavoro». Il Pd, aggiunge Franceschini, sara «a tutte le manifestazioni che denunciano la totale inadeguatezza delle misure che il governo italiano sta prendendo per fronteggiare la crisi rispetto a tutti gli altri governi del mondo». Franceschini ribadisce che «continuerò a dire che noi aspettiamo che il prima possibile arrivi di nuovo un luogo unitario del sindacato e che prevalga ciò che unisce piuttosto che ciò che divide». Infine, il leader Pd precisa che domani «non ci sarà una delegazione ufficiale del Pd o un’adesione formale, che non ci sono state richieste, ma ci saranno molti parlamentari del Pd, come me, che condividono il taglio della manifestazione che chiede misure al governo, senza entrare nel merito delle divisioni sindacali sul modello contrattuale che sono oggetto di posizioni diverse tra i sindacati e che rientrano nella loro dialettica. Mai porremo argomenti per mettere i sindacati l’uno contro l’altro».

Comments are closed.