Scontri tra studenti, feriti e fermi
29 Ottobre 2008
Sisma in Pakistan centinaia i morti
29 Ottobre 2008
Mostra tutto

Detassare le tredicesime, apertura del premier

Il premier Silvio Berlusconi apre all'ipotesi di detassare le tredicesime, una proposta avanzata, tra gli altri, dal leader dell'opposizione Walter Veltroni. «È un'ipotesi al vaglio del governo» spiega il presidente del Consiglio, sottolineando però che «i fondi sono scarsi».

Il premier Silvio Berlusconi apre all’ipotesi di detassare le tredicesime, una proposta avanzata, tra gli altri, dal leader dell’opposizione Walter Veltroni. «È un’ipotesi al vaglio del governo» spiega il presidente del Consiglio, sottolineando però che «i fondi sono scarsi».

«SOSTERREMO LE BANCHE SE LO VORRANNO» – Intervenuto all’Assemblea di Confcommercio, il premier si è soffermato sulla crisi delle banche ribadendo l’intenzione dell’esecutivo di offrire sostegno agli istituti in caso di esplicita richiesta in tal senso da parte degli istituti di credito. «Se e le banche lo richiedono, il governo è pronto ad intervenire, ma senza in alcun modo fare qualcosa di imposto, senza che ci siano condizioni punitive nè per i manager, nè per gli azionisti». «Lo Stato può sottoscrivere obbligazioni, di risparmio e convertibili, che sarà possibile convertire a richiesta delle banche» ha anche annunciato Berlusconi.

CLIMA E GRAFFITARI – Un intervento a tutto campo quello di Silvio Berlusconi a Confcommercio. Oltre che di banche e crisi, il premier ha annunciato per esempio che venerdì, nel corso del consiglio dei Ministri, il governo farà «un decreto per introdurre il reato e delle pene per chi imbratta muri e negozi». Ma non è tutto: Berlusconi è anche tornato sulla questione del clima e del pacchetto Ue precisando che il governo italiano non è intenzionato «a muoversi dalla propria posizione». «Io non mi faccio intimorire da nessuno» ha detto Berlusconi, precisando che «l’Italia vuole pagare quanto tutti gli altri».

Comments are closed.