A bordo non si parla italiano
6 novembre 2007
La fondazione del comitato per il coordinamento delle associazioni culturali della danza nelle regioni
8 novembre 2007
Mostra tutto

Ue, sì all’Fse per la Campania

La Campania e' la prima in assoluto tra le regioni dell'Obiettivo convergenza e tra le prime regioni italiane, insieme all'Emilia-Romagna, ad aver ottenuto il via libera definitivo da Bruxelles per la gestione del Fondo Sociale Europeo (FSE). A dare l'ok la Commissione Europea. Il programma prevede risorse per 1,118 miliardi di euro, da spendere nel periodo 2007/2013.

La Campania e’ la prima in assoluto tra le regioni dell’Obiettivo convergenza e tra le prime regioni italiane, insieme all’Emilia-Romagna, ad aver ottenuto il via libera definitivo da Bruxelles per la gestione del Fondo Sociale Europeo (FSE). A dare l’ok la Commissione Europea. Il programma prevede risorse per 1,118 miliardi di euro, da spendere nel periodo 2007/2013.

L’approvazione del FSE segue quella del FESR (11 settembre 2007) e del Programma di sviluppo rurale (24 ottobre 2007). Dunque, la nostra e’ tra le prime regioni italiane a poter utilizzare subito tutti e tre i fondi. ”Con il via libera di Bruxelles abbiamo superato un’altra verifica importante della coerenza dei nostri programmi di utilizzo dei fondi comunitari – ha dichiarato il Presidente della Regione Campania Antonio Bassolino -. Ora possiamo partire nella realizzazione di tutti i programmi di investimenti per il periodo 2007/2013, che sono basati su una scelta strategica innovativa, cioe’ quella di riservare il 40% delle risorse disponibili a grandi progetti. Diversamente da quanto accaduto nel periodo 2000/2006 – continua Bassolino – anticipiamo di un anno l’entrata in vigore dei programmi operativi. Questo risultato positivo viene dai passi avanti che abbiamo fatto nel dotare la struttura regionale di nuove e piu’ adeguate competenze, cosi’ come e’ stato riconosciuto dai rappresentanti della Commissione Europea. La Campania dimostra di essere una regione che rispetta le scadenze, che rendiconta la spesa nei tempi previsti, che non perde risorse, che riceve tutte le premialita’, che si vede approvare i nuovi programmi in anticipo sui tempi. Vogliamo ora mettere con forza l’accento sulla qualita’ della elaborazione e realizzazione dei progetti di sviluppo” ha concluso il Governatore Bassolino. 

Federica Daniele

Comments are closed.