Corteo a Milano, a fuoco le bandiere israeliane
3 Gennaio 2009
Napoli, si costituisce la figlia del boss
3 Gennaio 2009
Mostra tutto

Scarcerati Gambale e Mautone. La Iervolino tuona: “Elezioni in primavera”

Nuovi sviluppi nell'inchiesta sul presunto sistema di appalti pilotati a Napoli che ruotano intorno all'imprenditore Alfredo Romeo, finito in carcere il mese scorso. Per un vizio di forma il Tribunale del Riesame sabato pomeriggio ha annullato le ordinanze di custodia agli arresti domiciliari emesse nei giorni scorsi nei confronti dell'ex assessore Giuseppe Gambale e dell'ex provveditore alle opere pubbliche della Campania e del Molise, Mario Mautone. Subito dopo il Tribunale del Riesame di Napoli ha confermato gli arresti in carcere per l'imprenditore Alfredo Romeo.

Nuovi sviluppi nell’inchiesta sul presunto sistema di appalti pilotati a Napoli che ruotano intorno all’imprenditore Alfredo Romeo, finito in carcere il mese scorso. Per un vizio di forma il Tribunale del Riesame sabato pomeriggio ha annullato le ordinanze di custodia agli arresti domiciliari emesse nei giorni scorsi nei confronti dell’ex assessore Giuseppe Gambale e dell’ex provveditore alle opere pubbliche della Campania e del Molise, Mario Mautone. Subito dopo il Tribunale del Riesame di Napoli ha confermato gli arresti in carcere per l’imprenditore Alfredo Romeo.

LE ECCEZIONI – In precedenza il tribunale ha accolto le eccezioni avanzate dai difensori – gli avvocati Domenico Ciruzzi, Marco Campora e Salvatore Maria Lepre – i quali non avevano ricevuto l’avviso di fissazione dell’udienza davanti al Riesame. Secondo indiscrezioni, i magistrati della procura intenderebbero emettere nelle prossime ore un provvedimento di fermo nei confronti dei due indagati. I giudici del Riesame intanto stanno proseguendo la camera di consiglio per decidere sulla posizione degli altri indagati. Il provvedimento dovrebbe essere emesso in serata.

IERVOLINO – Intanto il sindaco di Napoli Rosa Iervolino Russo al suo rientro a Palazzo San Giacomo, sede del Comune minaccia le dimissioni: «O si finisce con questa tarantella o elezioni a primavera. La mia pazienza dura al massimo fino a lunedì». La Iervolino, dunque, attende l’inizio della settimana in attesa che Walter Veltroni rientri in Italia dalla Francia e con il quale avrà un colloquio telefonico. «Ho da difendere una storia e una dignità personale, una responsabilità istituzionale che i cittadini hanno affidato a me e non ad altri». Lo ha affermato il sindaco di Napoli, Rosa Iervolino Russo. «Credo di aver avuto una infinita pazienza, un grande rispetto innanzitutto per il segretario nazionale del mio partito – ha detto parlando ai giornalisti -. Ho anche da impedire che sia mortificata la volontà di cooperazione di tutte le forze della coalizione che si sono comportate in modo esemplare». «La città ha bisogno di governo – ha affermato – ho sempre detto “amplissimo rinnovamento”, ma non sono disposta a fare vendette trasversali attraverso il rinnovamento».

Comments are closed.