Scuola, maestro unico “facoltativo”
11 Dicembre 2008
Scatta il piano di emergenza a Roma
12 Dicembre 2008
Mostra tutto

Napolitano: “Immodificabili i principi della Costituzione”

La Costituzione non può essere cambiata nell'espressione dei suoi principi fondamentali. Il monito arriva dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che -intervenendo al Quirinale alla presenza del ministro dei Beni culturali, Sandro Bondi, in occasione della Giornata del Fai a tutela dell'ambiente - sottolinea: «I principi fondamentali della Costituzione repubblicana sono fuori discussione e nessuno può pensare di modificarli o alterarli»; questo, specifica il Capo dello Stato, al di là di «quanto si discuta, argomento complicato, su cosa è possibile e opportuno modificare e che cosa no nella Costituzione».

La Costituzione non può essere cambiata nell’espressione dei suoi principi fondamentali. Il monito arriva dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che -intervenendo al Quirinale alla presenza del ministro dei Beni culturali, Sandro Bondi, in occasione della Giornata del Fai a tutela dell’ambiente – sottolinea: «I principi fondamentali della Costituzione repubblicana sono fuori discussione e nessuno può pensare di modificarli o alterarli»; questo, specifica il Capo dello Stato, al di là di «quanto si discuta, argomento complicato, su cosa è possibile e opportuno modificare e che cosa no nella Costituzione».

AMBIENTE – Affrontando il tema dell’incontro del giorno, Napolitano afferma di condividere «pienamente le ragioni profonde che la presidente del Fai, Giulia Maria Crespi, ha espresso sull’assoluta necessità di considerare il nostro patrimonio ambientale una carta fondamentale per l’Italia«, in un mondo sempre più caratterizzato da una competizione globale. «Ragioni profonde che – continua Napolitano – sono condivise da me, dal ministro dei Beni Culturali, e sancite nei princìpi fondamentali della Carta Costituzionale».

Comments are closed.