venerdì, Febbraio 23, 2024
HomeAttualitàWorld Cancer Day, al Policlinico Gemelli il cinema che cura

World Cancer Day, al Policlinico Gemelli il cinema che cura

Date:

Articoli correlati

Dopo conventi e caserme, i ministri si ‘tuffano’ alle terme

SATURNIA – Un bagno di governo. Dopo regge, conventi,...

Congresso Forza Italia con vista Europee.Tajani: Berlusconi come Maradona

Sullo sfondo la competizione (negata a parole) con Salvini....

Eurogruppo, tensione su Unione dei mercati dei capitali dell’Ue

Il francese Le Maire: basta parlare, è il momento...

Giovedi 8 febbraio uno speciale evento in sala Medicinema

Roma, 5 feb. (askanews) – “Insieme contro il cancro”. È questo il titolo dello speciale evento che giovedì 8 febbraio, alle ore 16.00, si svolgerà nella sala MediCinema al Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS. Nell’occasione, offerta dalla Giornata mondiale contro il cancro (World Cancer Day) che si celebra ogni anno il 4 febbraio, saranno proiettate due proposte filmiche realizzate con diverse tecniche narrative, ma entrambe nate come espressione conclusiva di un percorso di sostegno psicologico rivolto a pazienti oncologiche. Si partirà con il docu film “Il Tempo dell’attesa” con la regia di Rolando Ravello, prodotto da MediCinema Italia ETS e Medusa Film con il contributo di Roche Italia, per raccontare un anno di percorso effettuato da MediCinema insieme alla professoressa Daniela Chieffo, responsabile della UOS di Psicologia Clinica del Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS e associato di Psicologia generale all’Università Cattolica, campus di Roma, e alle psicologhe Letizia Lafuenti e Ludovica Mastrilli, per sostenere un gruppo di pazienti in cura presso l’UOC di Ginecologia Oncologica del Gemelli, diretta dal professor Giovanni Scambia, ordinario di ginecologia all’Università Cattolica, campus di Roma. Il film racconta come le sensazioni stimolate dalla visione di diversi film, legate a specifiche tappe psicologiche, rielaborate dopo la proiezione in sedute di psicoterapia di gruppo, hanno consentito a un gruppo di pazienti di riappropriarsi della propria vita, di riallacciare la linea fratturata delle loro esistenze e soprattutto di scoprire dentro di sé una forza inedita, prezioso complemento delle cure oncologiche. I risultati di questo progetto di cineterapia sono stati pubblicati sulla rivista di settore Cancers. Il film con tratto leggero e delicato consente a queste pazienti di raccontarsi come sono, forti e allo stesso tempo fragili guerriere, dimostrando che l’essere ascoltate e la vicinanza di persone care, dà loro la spinta per riappropriarsi nuovamente della vita. La pellicola può inoltre fornire un sostegno anche a tutti i care giver, suggerendo come interagire con questa tipologia di pazienti e offrire loro il giusto supporto. Le pazienti attrici nel film saranno presenti in sala MediCinema.

Seguirà la proiezione del documentario “Da Amazzone ad Afrodite” ideato e realizzato dall’associazione Spazio Supporto Donna APS. Il documentario è l’atto finale del progetto iniziato con un laboratorio per il benessere psicofisico dedicato a donne che hanno affrontato il cancro al seno. Il laboratorio, basato sul Metodo Strasberg dell’Actor’s Studio di New York, ha condotto le donne a riscoprire e a riappropriarsi del proprio corpo, dei propri sensi e delle proprie emozioni, offuscati dalla battaglia contro la malattia e dalle cure per recuperare integrità e forza vitale. Nel documentario le donne raccontano con passione e autenticità la loro malattia e l’esperienza del laboratorio. Che cosa vogliono trasmettere queste voci, questi volti e le loro storie? Una scelta possibile: non abbandonarsi – coraggiose Amazzoni – alle ferite del corpo e dell’anima inflitte dalle battaglie contro la malattia, ma riappropriarsi dei diritti e delle doti di Afrodite: volersi bene, apprezzarsi, prendersi cura dell’anima. Il progetto “Da Amazzone a Afrodite” è stato ideato e realizzato da Silvia Guglielmi, Vice Presidente dell’Associazione, analista transazionale, life & career coach, con Annalisa Salvatore, psicologa e psicoterapeuta, la regia è di Daniele Coccia, filmmaker, story teller e autore di cortometraggi, documentari e spot; tutti loro saranno presenti in sala MediCinema insieme alle pazienti. Spazio Supporto Donna APS, Presidente Graziella Lombi, è un Presidio territoriale di Terapie Oncologiche Integrate e Prevenzione Terziaria con sede in Oriolo Romano (VT) dedicato alle donne che affrontano malattie oncologiche. Diverse attività sono offerte grazie alla disponibilità degli operatori del Servizio di Terapie Integrate del Centro di Senologia della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS, in sinergia con la Susan G.Komen Italia.

Ultimi pubblicati