Premier apre a rimpasto, molti pronti a collaborare
15 Dicembre 2010
In Spagna sospetti sulla regina dell’atletica
15 Dicembre 2010
Mostra tutto

LAVORO, IL RUOLO DEI FONDI PARITETICI PROFESSIONALI

NAPOLI – “Prende il via un percorso tematico che vuole intercettare e analizzare le nuove opportunità per i commercialisti in termini di offerta consulenziale per i propri clienti, in un momento delicato per l’economia del nostro territorio in cui la riqualificazione dei lavoratori diventa sempre più priorità per restare competitiva.

NAPOLI – “Prende il via un percorso tematico che vuole intercettare e analizzare le nuove opportunità per i commercialisti in termini di offerta consulenziale per i propri clienti, in un momento delicato per l’economia del nostro territorio in cui la riqualificazione dei lavoratori diventa sempre più priorità per restare competitiva.

I Fondi Paritetici Interprofessionali costituiscono un valido supporto alle politiche di sviluppo del mercato del lavoro”. Lo ha detto Marilena Nasti, consigliere dell’Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili di Napoli, presieduto da Achille Coppola, presentando il forum “I fondi paritetici interprofessionali – Opportunità e strumento di lavoro per i Commercialisti. Focus su Fondartigianato”, che si terrà venerdì 17 dicembre alle ore 9.00 presso la sede dell’Ordine partenopeo in Piazza dei Martiri 30.
“L’attenzione alla formazione continua in Italia da alcuni anni registra un costante trend di crescita, pur essendo ancora lontani dalle performance dei sistemi di molti Paesi dell’Unione Europea”,  ha sottolineato, dal canto suo  Massimo Maria Amorosini, responsabile Area Marketing e Commerciale IAL Nazionale. “Ed è proprio nell’ottica di ridurre questo divario che i Fondi Interprofessionali costituiscono l’opportunità di dotarsi di uno strumento di finanziamento a gestione bilaterale come tassello mancante del sistema di formazione continua in Italia: sono strutture agili, capaci di dare la possibilità di accesso anche alle piccole imprese che, troppo spesso, non possono fruire di propri servizi specialistici – ha aggiunto Amorosini – in quanto troppo onerosi se realizzati autonomamente”.
Al convegno, introdotto da Achille Coppola, Marilena Nasti e Massimo Maria Amorosini, parteciperanno Roberta Mazzoni, responsabile Area Promozione Fondartigianato e Tiziana Baracchi, responsabile Area Valutazione e Monitoraggio qualitativo Fondartigianato. Modererà il dibattito Enzo Agliardi, caporedattore de Il Denaro

Luisiana Levi

Comments are closed.