“Un artista contemporaneo a Roma in cammino sulla Via della Pace”
22 Giugno 2009
Uccide a coltellate la sua ex davanti al nido, arrestato
23 Giugno 2009
Mostra tutto

Italia prima per tassazione del lavoro

Italia prima per tassazione del lavoro. Nell'Eurozona, nel 2007, il livello generale di tassazione sul Pil e' risultato al 40,4%, in lieve incremento, anche qui, rispetto all'anno precedente (40,3%). Dal 2000, sottolinea il rapporto Eurostat, il livello di tassazione dell'Eurozona, ha avuto un andamento similare a quello dell'Unione europea. In confronto con il resto del mondo, l'imposizione fiscale in Europa rimane piu' alta superando gli Usa e il Giappone di circa 12 punti percentuali.

Italia prima per tassazione del lavoro. Nell’Eurozona, nel 2007, il livello generale di tassazione sul Pil e’ risultato al 40,4%, in lieve incremento, anche qui, rispetto all’anno precedente (40,3%). Dal 2000, sottolinea il rapporto Eurostat, il livello di tassazione dell’Eurozona, ha avuto un andamento similare a quello dell’Unione europea. In confronto con il resto del mondo, l’imposizione fiscale in Europa rimane piu’ alta superando gli Usa e il Giappone di circa 12 punti percentuali.

Comunque, sottolinea Eurostat, il carico fiscale all’interno dell’Unione europea, varia sensibilmente tra paesi con una soglia minore al 30% come Romania e Slovacchia (entrambe il 29,4%) e Lituania (29,9%) e paesi vicini al 50% come la Danimarca (48,7%) e la Svezia (48,3%). Per quanto riguarda le tasse sui consumi, nel 2007, hanno presentato i livelli maggiori in Danimarca (33,7%), Svezia (27,8%) e Ungheria (27,1%), mentre i piu’ bassi sono stati registrati in Grecia (15,4%), Spagna (15,9%) e Italia (17,1%). In generale, nell’Unione europea, il livello, rispetto al 2006, e’ salito dal 22% al 22,2%. Per quanto riguarda invece la tassazione sul capitale, i maggiori valori si sono registrati a Cipro (50,5%), Danimarca (44,9%) e Regno Unito (42,7%), metre i piu’ bassi si sono avuti in Estonia (10,3%), Lituania (12,1%) e Lettonia (14,6%). Per l’intera Unione europea a 27 membri, il livello si e’ attestato al 28,7%. Nella tassazione massima sui redditi personali, per il 2008, la Danimarca ha invece fatto registrare il top con il 59%, seguita da Svezia (56,4%) e Belgio (53,7%). Il livello piu’ basso si e’ invece registrato in Bulgaria (10%), Repubblica Ceca (15%) e Romania (16%). Dal 2000, il livello massimo di tassazione sui redditi personali e’ scesa o rimasta stabile nella maggior parte dei paesi membri, con eccezione della Svezia (dal 51,1% del 2000 al 56,4% del 2008) e Portogallo (dal 40% del 2000 al 42%). I maggiori ribassi si sono registrati in Bulgaria (dal 40% al 10%) e Romania (dal 40% al 16%). Le aliquote fiscali applicate agli utili delle societa’, sul 2009, sono le piu alte a Malta (35%), in Francia (34,4%) e Belgio (34%). Le piu’ basse in Bulgaria e Cipro (10%) e Irlanda (12,5%). Infine, la tassazione sui prodotti energetici, nel 2007, ha rappresentato l’1,8% del Pil nell’Unione europea.

Federica Daniele

Comments are closed.