Barak Hussein Obama è il primo presidente di colore degli Stati Uniti d’America
20 Gennaio 2009
L’esercito israeliano ha completato il ritiro da Gaza
21 Gennaio 2009
Mostra tutto

Non c’è l’effetto Obama sulle borse

Non c'è l'effetto Obama sulle Borse mondiali, anzi i mercati finanziari hanno fatto registrare netti cali nel giorno dell'insediamento. Martedì sera a Wall Street, infatti, l'indice Dow Jones era già sceso del 4,06% (il peggior risultato dal 1963 nella giornata del giuramento) e il Nasdaq aveva fatto registrare -5,61%. Il neopresidente americano incontrerà già oggi i suoi consiglieri economici alla Casa Bianca per fare il punto sul suo piano anticrisi.

Non c’è l’effetto Obama sulle Borse mondiali, anzi i mercati finanziari hanno fatto registrare netti cali nel giorno dell’insediamento. Martedì sera a Wall Street, infatti, l’indice Dow Jones era già sceso del 4,06% (il peggior risultato dal 1963 nella giornata del giuramento) e il Nasdaq aveva fatto registrare -5,61%. Il neopresidente americano incontrerà già oggi i suoi consiglieri economici alla Casa Bianca per fare il punto sul suo piano anticrisi.

EUROPA – Apertura in calo anche per le principali Borse europee sotto la minaccia di ulteriori peggioramenti della crisi economica e della stabilità del sistema finanziario. A Piazza Affari il Mibtel perde ora l’1,23% a 14.183 punti, lo S&P/Mib lascia l’1,38% a quota 17.776. Apertura negativa anche per la Borsa di Londra, con l’indice Ftse100 a -0,62%, male anche Parigi che cede lo 0,97%, mentre Francoforte lascia sul terreno lo 0,75%.

ASIA – Il risultato si è riverberato anche sulle piazze asiatiche. A Tokyo l’indice Nikkei ha lasciato sul terreno il 2%, chiudendo al punto più basso delle ultime sette settimane. Male Toyota, con la perdita del 4%. Anche Hong Kong ribassa dell’1,8% mentre il calo negli altri mercati orientali è intorno all’uno per cento.

Comments are closed.