Berlusconi all’assemblea di Confindustria: giudici estremisti di sinistra
21 maggio 2009
Quattro liceali con l’influenza A il vice ministro chiude due scuole romane
22 maggio 2009
Mostra tutto

Vendite al dettaglio, calo record a marzo

Calo record per le vendite a dettaglio: a marzo la flessione è stata del 5,2% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. Si tratta, spiega l’Istat, del calo più pesante dal 1997, dall'inizio cioè delle serie storiche. La flessione, chiarisce l'Istituto di statistica, è legato, ma solo in parte, al fatto che nel marzo del 2008, a differenza di quello 2009, era caduta la festività di Pasqua.

Calo record per le vendite a dettaglio: a marzo la flessione è stata del 5,2% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. Si tratta, spiega l’Istat, del calo più pesante dal 1997, dall’inizio cioè delle serie storiche. La flessione, chiarisce l’Istituto di statistica, è legato, ma solo in parte, al fatto che nel marzo del 2008, a differenza di quello 2009, era caduta la festività di Pasqua.

PICCOLI ESERCENTI E GRANDE DISTRIBUZIONE – A livello tendenziale cadono le vendite sia per la grande distribuzione che per le imprese operanti su piccole superfici; per le prime il calo, rispetto a marzo 2008, è stato del 4,8%, per le seconde del 5,4%.

SUL MESE – Sempre a marzo, l’indice destagionalizzato del valore delle vendite al dettaglio ha segnato invece un aumento dello 0,1 per cento rispetto al mese precedente. Nella media degli ultimi tre mesi (periodo gennaio-marzo) l’indice del valore del totale delle vendite al dettaglio ha segnato una variazione negativa dello 0,9 per cento rispetto ai tre mesi precedenti. Nello stesso periodo sia le vendite di prodotti alimentari, sia quelle di prodotti non alimentari hanno registrato una variazione congiunturale trimestrale negativa (rispettivamente meno 0,9 per cento e meno 0,8 per cento). A marzo, su base annua, il valore delle vendite di prodotti alimentari è calato del 5,6 per cento, del 5,1 per cento quelle non alimentari.

Comments are closed.