La commedia all’italiana approda al Quirinale
7 Maggio 2009
Napolitano: «La mafia potrebbe rafforzarsi con la crisi economica»
8 Maggio 2009
Mostra tutto

Opel: da Fiat offerta «in tempi brevi»

La Fiat dovrebbe presentare la propria offerta per l'acquisto della Opel in «tempi brevi, entro la fine del mese». Lo ha comunicato in una nota il governatore dell'Assia, Roland Koch, al termine del suo incontro con l'amministratore delegato della Fiat, Sergio Marchionne.

La Fiat dovrebbe presentare la propria offerta per l’acquisto della Opel in «tempi brevi, entro la fine del mese». Lo ha comunicato in una nota il governatore dell’Assia, Roland Koch, al termine del suo incontro con l’amministratore delegato della Fiat, Sergio Marchionne. Il governatore ha reso noto di avere «consigliato con urgenza» a Marchionne di presentare l’offerta Fiat nel rispetto delle «regole imposte», in modo che si possa effettuare una «valutazione equa in tempi brevi» di tutte le proposte sul tavolo. Koch si è inoltre «rallegrato» che anche la Fiat sia interessata all’acquisto di una «sostanziale partecipazione» per la nascita di una nuova «Opel europea». Il governatore ha indicato che Torino non ha ancora «preso visione» dei dati messi a disposizione da Opel Europa. Eventuali garanzie pubbliche, ha spiegato Koch, saranno legate ai piani che verranno presentati dai potenziali investitori. Koch ha aggiunto di essere in contatto con tutti i potenziali investitori.

SCAJOLA – Intanto il ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola, ha affermato che il governo vuole un incontro con la Fiat e le parti sociali sul piano industriale del gruppo torinese. «Ho voluto chiedere un incontro anche con le parti sociali per valutare nel complesso il piano industriale. Certamente dobbiamo prima permettere alla Fiat di proseguire l’importante trattativa anche con l’Europa e la Germania», ha aggiunto il ministro. «Mi auguro che il piano industriale della Fiat sia per sviluppare, crescere attraverso nuovi modelli per aggredire il mercato. È un piano industriale complesso del settore dell’auto, sono convinto che porterà a una riorganizzazione e non a un ridimensionamento».

Comments are closed.