Salvini e immunità: ‘Andrò davanti ai magistrati a spiegare che non sono un sequestratore’
29 Agosto 2018
Il Tesoro Vecchio di San Gennaro
31 Agosto 2018
Mostra tutto

La Bcc Napoli ai vertici nazionali degli istituti di credito più sicuri

 

Amedeo Manzo: l’efficienza non è in antitesi alla solidarietà,

questo è il nostro modo di ‘fare banca’

NAPOLI – La Bcc di Napoli si conferma ai vertici nazionali tra le banche italiane più sicure. L’indagine annuale promossa da Altroconsumo, espressione del mondo dei consumatori, ha esaminato i bilanci 2017 di tutte e 340 banche italiane alle quali è stato attribuito un rating, un punteggio e numero di stelle (da 1 a 5) in base alla loro affidabilità derivante dall’adeguatezza patrimoniale (Cet 1) parametro essenziale che esprime il rapporto tra patrimonio e rischi assunti dall’istituto di credito. Tale parametro indica la sicurezza di una banca per i propri clienti.

La Bcc di Napoli si conferma anche quest’anno al 5° posto (in pratica al 4° poiché una precedente è sospesa) in Italia dietro soltanto a Iccrea, banca prossima capogruppo a seguito della riforma del Credito Cooperativo che andrà in vigore nel 2019.
In pochi anni la Bcc di Napoli si è attestata ai primi posti tra tutte le banche italiane per risultati economici, sviluppo ma soprattutto per affidabilità e qualità del Credito.
“Questi risultati -dichiara Amedeo Manzo, Presidente della Bcc Napoli – sono merito di tutti i nostri soci e clienti che hanno voluto far propria la nostra campagna “Vivinapoletano” utilizzando ed incentivando servizi e prodotti della nostra Banca, che raccoglie ed investe esclusivamente nell’area metropolitana di Napoli, riuscendo così a realizzare utili, incremento di raccolta ed impieghi in ogni esercizio contribuendo al sostegno di piccole e micro imprese, famiglie, start-up di giovani.
Ciò senza dimenticare il sostegno ai più deboli, ai malati e a tutti coloro che hanno bisogno di speranza e di fiducia. Il tutto attraverso lo sviluppo di iniziative di solidarietà ed inclusione sociale. Perché l’efficienza non è in antitesi alla solidarietà. Questo è il nostro ed unico modo di ‘fare banca’”.

Gennaro Tuccillo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *