Festival di Cannes, ‘tributo’ a Lina Wertmuller e Giancarlo Giannini
20 Maggio 2019
Assicurazioni, sos dal settore sanitario, occorre gestire il rischio
23 Maggio 2019
Mostra tutto

Fattura elettronica, Moretta (commercialisti): decisivo ruolo professionisti

Lucarelli (giornalisti): focus sulla tematica per non incorrere nelle sanzioni

NAPOLI  – “Il tema della fattura elettronica riguarda tutte le professioni del mondo economico. Ci troviamo di fronte a un nuovo strumento, già pienamente operativo, ma che va ancora messo a regime. La FE avvantaggia sicuramente la pubblica amministrazione e vedremo nel corso degli anni se sarà un sistema positivo anche per i professionisti, che ad oggi si sono fortemente sacrificati in termini di formazione e investimenti”. Lo ha detto Vincenzo Moretta, presidente dell’ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli, aprendo l’incontro “Fatturazione elettronica B2B e B2G, work in progress ed analisi operative”, organizzato dall’Odcec napoletano con l’Ordine dei giornalisti della Campania, presso l’Emeroteca Tucci di Napoli.

“Quello della fatturazione elettronica è un tema estremamente tecnico, ma la nostra è una formazione a 360 gradi – ha evidenziato Ottavio Lucarelli, presidente Ordine giornalisti della Campania -. Inoltre oggi quest’argomento riguarda da vicino anche i giornalisti: sono moltissimi i colleghi, liberi professionisti, con partita Iva, ma non solo, che hanno chiesto un focus per approfondire la tematica allo scopo di conoscere in maniera dettagliata le procedure per non incorrere nelle sanzioni”.

Riccardo Izzo, consigliere segretario della Consulta degli Ordini professionali Napoli e Campania, ha sottolineato che “la fatturazione elettronica è un nuovo strumento non di semplice comprensione. È fondamentale la sinergia tra le professioni per un settore che deve essere approfondito al meglio perché rappresenta il futuro della contabilità. Oggi, infatti, lo Stato interviene sempre più all’origine del reddito e delle dichiarazioni grazie all’informatizzazione”.

Per Vincenzo Tiby, consigliere Odcec Napoli, “il sistema è pienamente operativo anche grazie al lavoro e agli investimenti dei commercialisti e delle imprese. Ciò significa anche prevedere un adeguamento continuo di hardware e software, con il relativo aggiornamento per la formazione professionale garantendo la corretta applicazione che consente un monitoraggio tempestivo contabile all’amministrazione finanziaria a spese di professionisti e imprese”.

All’incontro erano presenti anche le relatrici Annabella Acunto Lucia Fiore (rispettivamente vicepresidente e coordinatore della Commissione Informatica Giuridica Procedurale dell’Odcec Napoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *