Gli anniversari di Lennon tra musica e politica
7 Novembre 2020
Quando il deepfake approda nella musica
15 Novembre 2020
Mostra tutto

Usa-Ue : come cambiano i rapporti

Nella giornata di sabato Joe Biden è stato dichiarato dai media statunitensi il moi presidente degli Usa.

Successivamente si sono scatenate le reazioni di leader da tutto il mondo. In sponda mediorientale ci si congratula con il democratico, da Emirati a Palestina passando per Israele.

Non ancora una parola per quanto riguarda le due maggiori potenze extracomunitarie : Russia e Cina, con Xi Jin Ping e Putin che si auspicavano un successo del repubblicano Trump per continuare la corsa all’indebolimento dell’occidente.

In Italia la maggioranza e il premier Giuseppe Conte si congratulanl col popolo americano, la Meloni non manca all’appello così come Silvio Berlusconi. Matteo Salvini invece, dopo aver postato una foto con mascherina pro Trump, non ha ancora dichiarato nulla circa il risultato delle tornate elettorali statunitensi.

I leader europei invece si dicono pronti all’inizio di un nuovo dialogo e di nuove sfide con gli Usa. Macron afferma che « Europa e Stati Uniti hanno molto da fare per superare le missioni politiche attuali, bisogna mettersi al lavoro insieme ». Charles Michel, presidente del Consiglio Europeo, crede che « la pandemia e il cambiamento climatico sono la chiave per la cooperazione UE-Usa ».

Boris Johnson, che Biden aveva definito un Mini Trump, si congratula con il nuovo eletto dem chiarendo che « le cose che ci uniscono sono più di quelle che ci dividono ».

Angela Merkel, cancelliera tedesca, afferma che « l’amicizia transatlantica è insostituibile, se si vogliono fronteggiare gli ostacoli imminenti del nostro periodo storico”.

Dopo quasi una settimana dai risultati le elezioni vedono un presidente dem e un congresso diviso a metà al momento fra senato repubblicano e camera democratica. La cosa certa è che adesso gli alleati americani sembrano essere più vicini alla sfera diplomatica europea.

Matteo Giacca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *