Alba Adriatica, arrestato il terzo rom. Migliaia ai funerali dell’imprenditore
14 Novembre 2009
Fini: no al voto anticipato. E apre al Lodo costituzionale
15 Novembre 2009
Mostra tutto

L’anno “rosa” dello sport italiano

A ulteriore conferma che il 2009 è un anno rosa per lo sport italiano, che soprattutto grazie alle donne brilla sulla scena mondiale, le azzurre della pallavolo hanno vinto oggi a Fukuoka (Giappone) la World Grand Champions Cup, battendo in finale le padrone di casa 3-1. ‘Quest’ultima gara è stata lo specchio di tutto il torneo: veramente dura”, ha detto il ct Massimo Barbolini, parlando di degno epilogo di una “stagione da incorniciare”. “Ho a disposizione una squadra eccezionale, delle ragazze pronte a qualsiasi sacrificio per questa maglia. Sono delle grandi giocatrici, ma anche delle grandi persone”, ha sottolineato.

A ulteriore conferma che il 2009 è un anno rosa per lo sport italiano, che soprattutto grazie alle donne brilla sulla scena mondiale, le azzurre della pallavolo hanno vinto oggi a Fukuoka (Giappone) la World Grand Champions Cup, battendo in finale le padrone di casa 3-1. ‘Quest’ultima gara è stata lo specchio di tutto il torneo: veramente dura”, ha detto il ct Massimo Barbolini, parlando di degno epilogo di una “stagione da incorniciare”. “Ho a disposizione una squadra eccezionale, delle ragazze pronte a qualsiasi sacrificio per questa maglia. Sono delle grandi giocatrici, ma anche delle grandi persone”, ha sottolineato.

Dalla regista Eleonora Lo Bianco alla bomber Francesca Piccinini, dalla ‘supermamma’ Simona Gioli alla centrale Jenny Barazza, dal libero Paola Cardullo alla ‘piccola’ Lucia Bosetti (‘solo’ 176 cm), dalla schiacciatrice Serena Ortolani ad Antonella Del Core (oggi 6 degli ultimi 9, decisivi, punti), tutte le azzurre hanno dato prova di tenacia e concentrazione, contro un Giappone forte soprattutto in difesa, che si è aggiudicato il 3/o set e all’inizio del 4/o ha messo in difficolta’ la avversarie. Per la quarta volta nella stagione, dunque, le ragazze dell’ Italvolley sono salite sul gradino piu’ alto del podio – dopo le affermazioni ai Giochi del Mediterraneo a Pescara, alle Universiadi a Belgrado ed ai Campionati europei in Polonia – suggellando cosi’ un 2009 trionfale. Ma è stata un’annata di successi anche negli altri sport al femminile. Nel tennis, appena una settimana fa, le azzurre hanno conquistato la Federations Cup battendo gli Stati Uniti, guidate da Flavia Pennetta. Che, tra l’altro, proprio quest’anno è stata per qualche settimana al 10/o posto della classifica mondiale, prima italiana nella storia a entrare nelle Top Ten. La scorsa estate, ai Mondiali di Nuoto di Roma, nonostante le poche medaglie conquistate in totale, Federica Pellegrini e Alessia Filippi si sono dimostrate regine incontrastate. Per la Pellegrini oro nei 200 e 400 stile libero e tre record mondiali (nei 200 ha migliorato un suo primato precedente); per la Filippi oro nei 1500 e bronzo negli 800. Sul gradino piu’ alto del podio anche le donne del fioretto a squadre. Valentina Vezzali, Margherita Granbassi, Elisa di Francisca ed Arianna Errigo hanno dominato ai Mondiali di scherma. Con la vittoria di ottobre in Turchia, le fiorettiste italiane si sono laureate campionesse del mondo, d’Europa e si sono aggiudicate anche la Coppa del mondo di specialita’. E una ragazza di appena 17 anni, Jessica Rossi, ha vinto in agosto l’oro ai Mondiali di tiro a volo specialita’ fossa olimpica. E non basta: Le azzurre hanno conquistato anche il titolo a squadre, con il punteggio record di 211 su 225. Nel golf, infine, la romana Diana Luna si è aggiudicata l’ Irish Open di Dublino e il Tour Golf in Norvegia, unica italiana ad aver centrato due tornei consecutivi.

Gennaro Coppola

Comments are closed.