Autismo, forum regionale a Santa Maria la Nova
22 Marzo 2017
Tra il dire e il fare, tecniche di primo intervento a confronto
23 Marzo 2017
Mostra tutto

Italia-Polonia Under… 2-1

Strategie e consensi positivi per Di Biagio

Una prova decisiva e sperimentale è quella del CT Gigi Di Biagio per l’Italia Under 21 contro la Polonia.

Polonia-Italia 1-2, un’amichevole decisiva e riuscito test in casa con le reti dei due gioiellini del centrocampo: ovvero Lorenzo Pellegrini e Marco Benassi che definiscono e decidono la sfida di Cracovia, rendendo inutile il pareggio di Kownacki.

La difesa reinventata dall’allenatore è stata strategica dopo le assenze dei due atalantini Caldara e Conti. Un risultato che fa sorridere il commissario tecnico degli azzurrini: “Sono contento per la prestazione e per la vittoria, sono due aspetti importanti nella preparazione dell’Europeo“.

Ad arricchire la squadra, sul campo di calcio, Calabria e Barreca erano sulle corsie con l’inedito tandem Biraschi-Ferrari arretrati. Al centro dell’attacco azzurro c’è stato Cerri, che si fa valere dal punto di vista fisico, anche se gli occhi erano puntati sulla giovane stella della Fiorentina Federico Chiesa, alla prima in Under 21. Quest’ultimo mette la testa nell’azione del vantaggio, iniziata da un lungo lancio di Berardi e conclusa da Pellegrini, grazie ad uno grosso errore dell’avversario Wrabel.

Alla chiusura del primo tempo arriva il pareggio della Polonia, con Kownacki che scambia con Kapustka e batte Gollini, e subito Cerri trova l’immediato 1-2 ma a gioco fermo per evidente fuorigioco. Poco dopo un problema fisico ferma Chiesa entra Di Francesco. Inizia un gioco strategico del C.T. con alcune modifiche: dentro Locatelli, Mandragora e Ricci.

Arriva il rigore arriva al 19′ per l’Italia dopo che Di Francesco è stato atterrato in area, ma Cerri sbaglia dal dischetto centrando il palo. Certo che questa ‘giovane Italia’ ci fa intravedere un buon esito nelle prossime partite e le strategie del Di Biagio, possono sorprendere, ma stimolano l’interesse di tutti i tifosi. In chiusura le parole di Di Biagio: “Si sono messi in mostra tanti ragazzi e hanno fatto bene, nonostante non giocassero da molto tempo. Penso a Calabria e a Mandragora, che era fermo da quasi un anno. Chiesa ha avuto un dolorino e ho preferito preservarlo, togliendolo dopo un tempo. Con la Spagna sarà un test importante, avrò la chance di provare nuove soluzioni“. Un’Italia Giovane che fa sperare.

Marco Fiore

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *