Dai Giochi al disgelo: ma perché le Coree sono divise?
11 Febbraio 2018
Commercialisti in campo per nautica e fisco
14 Febbraio 2018
Mostra tutto

Nu sabato sera indimenticabile… il racconto in napoletano di Napoli-Lazio

Maronna ch’è succieso, nu sabbato assera can un me scurdarraggio cchiù. A cosa bella avita sapè ca nun era accumminciato comme si deve, assai primma c’accumminciava a partita ‘ncopp ‘o campo se senteva e ricere: “ah e mmò comme facimme se fatt male pure ‘o Conte Chiriches? Ma mo chi joca, chillo Albiol nun c’ha fa?”
A gente se guarda ‘nfaccia ed esclama preoccupata: “uh marò è rimmast sulo Tonelli!! Tonelli!? ca nun vere ‘o campo a cchiù e n’anno e sa Immobile comme ‘o cumbina?”.

A’ comme accummence ‘a partita ce facimme subbeto a croce ca mana storta. Tonelli zomp ‘a vacante, Pepp ce mett ‘o ssuojo e a Lazio aropp tre minuti già sta annanz.
Ciucciuitoli di mezza Italia, molti di questi a strisce bianco e nere si coalizzano, tanti parlano pure napulitano: “Evvai chist è o mumento bbuon, zompa ‘o zimber a cuoll a capra” i giocatori in bianco e celeste sembrano ascoltare, si caricano e ce cumbinano comm ‘e pezz pe pier, fino a quando Jorge o brasiliano napulitano nun dice a Josè: “fratè mo basta, mo è ‘o mumento c’arrevutamm”. Josè non se fa pregà, fa 1-1 e se vanno ‘a repusà.

Trasenn rint ‘e spogliatoi a voce dei ciucciuittoli arriva alle recchie dei ragazzi. Ma ch’è stat na bomba atomica, aropp nu quarto r’ora nun s’è capito cchiù niente.
Accummencia nata partita, accummencia senza ‘o capitano ca le fann mal e rine. A Zilou che lo sostituisce gli viene detto uagliò va e ffà… Ma ch’è trasuto nu tornado, nu tifone? Nun o pigliano né pa capa né pa cora e cagn a museca.

L’albanese e ‘o portoghese nun se ponno mantenè, accummenciano a fa, quelli che una volta, si chiammaven e fuoss ‘nterra. A lla dereta e che to dico a fa Koulibaly me pare nu riavolo. Ma Tonelli? Chill ca nun jucav ‘a n’anno continuava a ddà penzier? Ma chè! Roba che si ‘o fanno l’antidoping chi ossape che l’esce. Immobile resta immobile e nun vere manco cchiù e che culor è fatto ‘o pallone.

Lla mmiez jocano ‘o scemo mmiez, i gradassi che fino a poco prima facevano e smargiass so stati pigliat a pallunnate, currevano a vacant…
Venti minuti e nun s’è capito cchiù niente, Lorenzo prova il magnifico prodigio ca pe poc nun riesce ma ormai è tiempo… Callejon le sfuje a tutt ‘e parte, fa na corza, ‘o mette mmiezo e Wallace, l’angiaruso ‘o mette rint a rezza soja.
Ah finalmente!!! Mo site cuntent? Niente da fare, i lazioti comm e ‘o capitone sfujen, provano a se rianimà e a quel punto la voce si diffonde tra gli azzurri: “Ah si! Allora, na vota che stamm a chest mo avite fernuto e fa”. Accummencia Marettiell ‘o portoghese che con l’aiuto ro biondo insacca. ‘O biondo?! Maronna e che ce tene, me pare ‘o videogioco overamente, colpo ‘e tacco, pallonetto, doppio passo e che to dico a ffà quando Ciruzzo vere chellu ppoc nun po’ fa a meno e partecipà a festa, co perezzull l’accarezza e la manda rint ‘a rezza.

Nu sabato assera bell assaje agge passato e pure si ‘o mister hanno cacciato stu Napule overamente c’arrecriato!

 

di Luca Cinque.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *