A Torino operai Fiat da tutta l’Italia Tafferugli con i Cobas
16 maggio 2009
Senza assicurazione, sequestrate tre ambulanze
17 maggio 2009
Mostra tutto

L’Inter è campione d’Italia. Il Milan fallisce la rincorsa

Il campionato non è finito, ma l’Inter ha vinto il titolo di serie A con due giornate d’anticipo. I nerazzurri hanno ottenuto questo risultato senza scendere nemmeno in campo, approfittando del passo falso che il Milan ha fatto a Udine nell’anticipo di ieri, perso per 2 a 1.

Il campionato non è finito, ma l’Inter ha vinto il titolo di serie A con due giornate d’anticipo. I nerazzurri hanno ottenuto questo risultato senza scendere nemmeno in campo, approfittando del passo falso che il Milan ha fatto a Udine nell’anticipo di ieri, perso per 2 a 1. Così Mourinho alla prima in Italia ha regalato all’Inter il 17° scudetto della storia, il 4° consecutivo. Dopo calciopoli, la squadra di Moratti ha instaurato in Italia uno strapotere indiscusso che è stato confermato per l’ennesimo anno. Resta chiarissima la delusione dei tifosi per l’uscita prematura dalla Champions League.

 Il Milan. Nel posticipo delle 20.30 di ieri, l’Udinese ha battuto il Milan per 2-1. Nel primo tempo, al 30’ Floro Flores dopo aver ricevuto la palla da D’Agostino, cade avanti a Dida in seguito all’intervento scomposto di Maldini; Rizzoli senza dubbi ha assegnato il rigore, che Gaetano D’Agostino ha realizzato senza alcuna difficoltà. Il secondo goal è nato ancora dal piede di uno straordinario D’Agostino: angolo da sinistra, Inzaghi non è riuscito a intervenire sulla palla e sul secondo palo Zapata l’ha buttata dentro di destro. A nulla è servito il gol di testa di Massimo Ambrosini al 92’.

 Moratti. Il presidente Massimo Moratti, nel giorno del suo 64° compleanno ha dichiarato: “È il primo titolo di Mourinho e fu così anche in Inghilterra, dove vinse nei primi due anni. Per ora ci accontentiamo di questo quarto titolo, un titolo fantastico. Dobbiamo essere super felici per questo, il prossimo anno sarà un’altra battaglia, ma se avremo lo stesso spirito di sacrificio e la stessa voglia di vincere io credo che potremo andare avanti così. Dipenderà anche dalle altre squadre”.

 I Tifosi. Chiaramente c’è gioia nella tifoseria interista, che nella notte ha invaso piazza Duomo, come da consuetudine, per festeggiare l’ennesimo titolo. L’amarezza per la pessima figura fatta nell’Europa che conta è passata per ora in secondo piano. Tra l’altro, dopo aver smentito le voci di un possibile addio tra Ibrahimovic e il club di via Vittorio Emanuele II, la stella del club nerazzurro ha affermato con sicurezza che “L’anno prossimo vinciamo tutto”.

 Con il Siena. Contro il Siena, nel posticipo di stasera, a San Siro sarà festa. Nessuna pressione, nessuna paura. Il Siena ormai non ha nulla da chiedere a questo campionato, al quale ha già strappato la salvezza, per cui sarà una partita divertente e immersa in un clima di festa e in uno stadio delirante di felicità.

Gianmarco Delli Veneri 

Comments are closed.