Made in Sud 2016, nuovi episodi e tanta allegria a casa Rai.
6 Dicembre 2015
Addio a Luca De Filippo: Napoli saluta l’erede di Eduardo
9 Dicembre 2015
Mostra tutto

Il Bologna blocca il Napoli

Nel pantano o sotto il sole, il Bologna fa male alle grandi con un super Destro. Dopo aver fermato la Roma, la squadra totalmente rigenerata da Donadoni, ha battuto anche il Napoli per 3-2. Sarri aveva rimediato l'unica altra sconfitta del campionato alla prima in casa del Sassuolo.

Nel pantano o sotto il sole, il Bologna fa male alle grandi con un super Destro. Dopo aver fermato la Roma, la squadra totalmente rigenerata da Donadoni, ha battuto anche il Napoli per 3-2. Sarri aveva rimediato l’unica altra sconfitta del campionato alla prima in casa del Sassuolo. Poi era iniziata una lunga striscia positiva fatta di nove vittorie e quattro pareggi che aveva portato la sua squadra fino alla vetta della classifica. Fino allo stop inatteso e doloroso di oggi. L’ex milanista Donadoni invece si gode la sua creatura al Dall’Ara e favorisce la fuga dell’Inter, ora da sola in testa al campionato. Domenica i nerazzurri potranno guadagnare altri punti su alcune inseguitrici visto che ci sono due scontri diretti, Napoli-Roma e Juventus-Fiorentina. Il Napoli veniva da tre vittorie consecutive, tutte con la firma di Higuain, ma si è fermato sul più bello. Il Pipita ha dimostrato di essere un campione anche oggi segnando una doppietta in quattro minuti dopo una prova per niente brillante. Questa volta però non sono bastate le sue due giocate da fenomeno per salvare il Napoli.Il Napoli è troppo distratto, sbadato in difesa e impreciso in attacco. Prima del Bologna la squadra di Sarri aveva la miglior difesa del campionato, con 9 gol subiti come l’Inter. Al Dall’Ara ne ha presi tre in novanta minuti. Nella ripresa Higuain e compagni sono entrati in campo con la grinta e la voglia di riprendersi la partita. Nei primi minuti sono arrivate tre occasioni da gol sprecate dal Pipita, Allan e Callejon. Il Bologna non sembra più assatanato come nel primo tempo, ma è ancora lucidissimo e alla prima occasione spegne ogni speranza di rimonta ancora con un Destro scatenato, che firma il 3-0. L’attaccante che non segnava una doppietta dal febbraio del 2014, deve ringraziare anche Pepe Reina che lascia entrare un tiro non proprio irresistibile sul suo palo.L’unica nota positiva per Sarri è Higuain, che il tecnico vede futuro Pallone d’Oro.

Ciro De Martino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *