Un dimostrante sventola la bandiera libica (ansa)
Usa, contatto con ribelli. Ipotesi esilio per il Raìs
1 Marzo 2011
Reintegrato l’operaio che si rifiutò di condurre un automezzo non a norma
2 Marzo 2011
Mostra tutto

Embolia polmonare, paura per Serena Williams

 Serena Williams e’ stata ricoverata d’urgenza in seguito ad un’embolia polmonare, lunedi’ scorso a Los Angeles. Ma il suo reale stato di salute, dopo due giorni, e’ ancora avvolto da un certo mistero.

 Serena Williams e’ stata ricoverata d’urgenza in seguito ad un’embolia polmonare, lunedi’ scorso a Los Angeles. Ma il suo reale stato di salute, dopo due giorni, e’ ancora avvolto da un certo mistero.

A dare la prima notizia e’ stata la sua agente Nicole Chabot con una nota inviata al magazine People. Secondo Chabot, Serena, ha ricevuto cure urgenti al Cedars-Sinai Medical Center per curare quello che sembrava un’ematoma. Poi pero’ s’e’ capito che il grumo di sangue che aveva nel polmone era il prodotto di qualcosa molto piu’ grave, cioe’ un embolia. Sempre la Chabot ha rivelato che la campionessa statunitense e’ stata colpita da questo disturbo gia’ la scorsa settimana, appena arrivata a Los Angeles. Non e’ in pericolo di vita, tuttavia i medici, ha aggiunto Chabot, “continuano a tenere sotto osservazione il suo stato di salute per scongiurare ulteriori complicazioni”. Insomma, secondo quanto scrive il sito di Espn, da parte dei medici ci sarebbe stata all’inizio una grave sottovalutazione della gravita’ del suo malessere. Alcuni media americani, come la Cnn, sostengono che nella mattinata di oggi, mercoledi’, e’ stata sottoposta a un’operazione chirurgica, ma nessuna fonte vicina all’atleta ha confermato l’intervento. Altri, come il tabloid Daily News, rilevano che normalmente questo tipo di problemi al polmone vengono risolti con la somministrazione di medicine che rendono piu’ fluido il sangue, e non con il bisturi del chirurgo. In attesa di notizie ufficiali, quello che e’ certo e’ che la tennista ventinovenne la settimana scorsa e’ stata a New York dove e’ stata visitata da un dottore per controllare il piede ferito in Germania da un bicchiere di vetro. Un problema che l’ha tenuta lontana dai campi ormai da otto mesi, e che ha costretto l’atleta a subire due operazioni. Poi, appena arrivata a Los Angeles, secondo la sua agente, avrebbe sofferto di questo disturbo al polmone. Tuttavia, Serena domenica scorsa, era in ottima forma, tanto da partecipare a una festa organizzata dalla fondazione anti-Aids di Elton John dove ha seguito la cerimonia di consegna degli Oscar. E poi, sino a tarda notte, e’ stata a una festa organizzata dalla rivista Vanity Fair. Il giorno dopo, lunedi’, il ricovero. E martedi’ sera, alle 11 ora della West Coast, il suo ultimo messaggio via twitter, decisamente preoccupante: “Oggi giorno duro”.

Caterina Giorgio

Comments are closed.