Franceschini: «Berlusconi non pensi di autoassolversi in Parlamento»
21 maggio 2009
II edizione del Napoli Teatro Festival Italia
21 maggio 2009
Mostra tutto

Arnautovic nel mirino dell’Inter

Josè Mourinho protagonista, sempre e comunque. Moratti gia’ sta allestendo la nuova Inter su indicazione del tecnico portoghese, quando ecco le sirene del Real Madrid a chiamare lo Speciale One. Che assicura Oriali, ha gia’ detto al presidente nerazzurro come la sua intenzione sia di restare a Milano. Questo dicono anche le indicazioni sui prossimi colpi di mercato, un ‘sogno’ che per milioni di tifosi italiani si è aperto quest’anno ancor piu’ in anticipo del solito visto l’esito del campionato. Cosi’ oltre a Milito e Thiago Motta, l’Inter va a caccia del nigeriano Mikel, cosi’ come la Juve - che assicura di voler acquistare altro dopo Diego e Cannavaro - punta il madridista Diarra. Tutti a caccia di nuovi talenti, insomma: forti, decisivi e soprattutto giovani.

Josè Mourinho protagonista, sempre e comunque. Moratti gia’ sta allestendo la nuova Inter su indicazione del tecnico portoghese, quando ecco le sirene del Real Madrid a chiamare lo Speciale One. Che assicura Oriali, ha gia’ detto al presidente nerazzurro come la sua intenzione sia di restare a Milano. Questo dicono anche le indicazioni sui prossimi colpi di mercato, un ‘sogno’ che per milioni di tifosi italiani si è aperto quest’anno ancor piu’ in anticipo del solito visto l’esito del campionato. Cosi’ oltre a Milito e Thiago Motta, l’Inter va a caccia del nigeriano Mikel, cosi’ come la Juve – che assicura di voler acquistare altro dopo Diego e Cannavaro – punta il madridista Diarra. Tutti a caccia di nuovi talenti, insomma: forti, decisivi e soprattutto giovani.

Perchè se l’Inter vuole cambiar direzione per ritrovare smalto in Champions, il resto della serie A deve ‘ricominciarè, punto e basta. Tra i nomi del sogno, il principale è quello di Arnautovic, per molti il nuovo Ibrahimovic: e infatti dopo Roma e Juve, ora è l’Inter la prima squadra interessata. C’è pero’ un giallo attorno all’attaccante austriaco degli olandesi del Twente. Uno degli uomini che ne gestiscono la carriera, l’ex attaccante Alberto Faccini, è intervenuto ai microfoni dell’emittente romana Centro Suono Sport per dire che Arnautovic “dovrebbe andare in un’altra squadra, non si parla piu’ di Inter e Genoa, da cio’ che mi risulta oggi. Il giocatore è ancora disponibile, pero’ ci sono dei contatti con una societa’ importante, che non è italiana, e oltretutto il prezzo di Arnautovic è aumentato a 12,15 milioni. Il giocatore ha sempre dichiarato di non voler andare a Genova”. Le parole di Faccini sono state smentite da Peter Baars, avvocato di Arnautovic sentito da ‘FcInterNews.it’: “abbiamo parlato con l’Inter nei giorni scorsi e abbiamo trovato un’intesa: Arnautovic firmera’ un contratto di cinque anni con i nerazzurri: questa è la nostra idea e queste sono le nostre intenzioni di comune accordo con l’Inter. Al Twente andra’ una cifra vicina agli 8-9 milioni di euro”. Non definita in questo valzer degli attaccanti è anche la posizione di Robert Acquafresca. Secondo il suo agente Paolo Fabbri, intervistato dall’agenzia radiofonica Grt, “la situazione è ingarbugliata: c’è il dubbio se andare a Genova per restarci e giocare o farsi girare altrove (Parma n.d.r.), in accordo con il Genoa. Il giocatore non ha ancora deciso, quindi non escludo niente, neanche Cagliari. Ovunque andremo cercheremo di dimostrare all’Inter che hanno preso un granchio”. Fra i procuratori che oggi hanno parlato, in questo caso con Centro Suono Sport, c’è anche quello del barese Guberti, Claudio De Nicola. “Guberti non è ancora un giocatore della Roma – ha detto – ma speriamo che lo diventi, del resto noi abbiamo dato la nostra disponibilita’ alla societa’. Quello che è stato frainteso è la questione di Spalletti, Stefano non sceglierebbe la societa’ solo per lui, ma per le opportunita’ che una piazza come Roma offre: un calciatore non sceglie mai un club per l’allenatore, visto che puo’ cambiare spesso. Guberti prendera’ le sue decisioni dopo il 15 giugno: la Roma ha il progetto piu’ allettante, ma ci ha contattato anche la Juve”. Novita’ anche per le panchine: il Catania ha preso contatto con i rappresentanti di Gianluca Atzori per un eventuale approdo in Sicilia del giovane tecnico, segno che non c’è la certezza che Zenga resti. Atzori (che ha detto no al Perugia) piace anche al presidente del Livorno, Aldo Spinelli, e a quello della Reggina, Lillo Foti. Quello della Lazio Claudio Lotito è sempre al lavoro per far rimanere Pandev, mentre è piu’ difficile che rimanga Ledesma: per questo Lotito tratta il brasiliano Marco Antonio Miranda, centrocampista che ha passaporto comunitario e gioca nella Portuguesa. No del presidente del Parma Tommaso Ghirardi agli emissari del Corinthians che gli hanno proposto Dentinho: i 9 milioni di euro richiesti sono troppi.

Gennaro Coppola

Comments are closed.