sabato, Marzo 2, 2024
HomeAttualitàSanremo, a Villa Ormond inaugurato Il Villaggio del Festival

Sanremo, a Villa Ormond inaugurato Il Villaggio del Festival

Date:

Articoli correlati

Zes, Schifani: mio governo al lavoro per far fruttare questa opportunità

Roma, 2 mar. (askanews) – “Lo sportello unico digitale...

Formula1, Max Verstappen vince in Bahrain

Doppietta Red Bull con Perez secondo, poi Sainz e...

Governatore Marche Acquaroli celebra il gemellaggio con la Liguria

Sanremo, 5 feb. (askanews) – A Sanremo, nella suggestiva cornice del Parco di Villa Ormond, a meno di un chilometro dal Teatro Ariston, è stato inaugurato “Il Villaggio del Festival 2024”, un contenitore per la promozione e la valorizzazione della musica, della cultura, della moda ma anche dell’enogastronomia, della scuola e del patrimonio storico artistico.

Al taglio del nastro, oltre al direttore de Il Villaggio del Festival Giuseppe Grande, erano presenti tra gli altri il sindaco di Sanremo Alberto Biancheri, il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli, il presidente della Camera di Commercio delle Marche Gino Sabatini, il presidente di Anci Marche Marco Fioravanti, il senatore e commissario straordinario alla ricostruzione del sisma 2016 Guido Castelli, il vicepresidente della Regione Liguria Alessandro Piana, il presidente della Camera di Commercio Riviere di Liguria Enrico Lupi, il sottosegretario al Mef Lucia Albano, il presidente di Unioncamere Andrea Prete e il senatore sanremese Giovanni Berrino.

Protagonisti di questa edizione saranno gli stessi cantanti del Festival di Sanremo, che parteciperanno ogni giorno ad eventi e interviste condotte da Michele Monina con il suo format Bestiario Pop. Dal salotto de Il Villaggio del Festival andrà poi in onda in diretta il ControFestival, presentato dallo stesso Monina, con interventi di Pinuccio, inviato di Striscia la Notizia. Inoltre, Marlù e Webboh porteranno a Sanremo il punto di vista della Generazione Z con il format “Marlù Webboh Vibes”.

“Chiaramente Il Villaggio del Festival – ha detto Giuseppe Grande, direttore della manifestazione – significa Festival e quindi cantanti. I cantanti saranno da noi per le interviste di rito durante la giornata, mentre la sera, grandissima novità, andremo in diretta su Twitch con il ControFestival condotto dal nostro Michele Monina, Pinuccio di Striscia la notizia e tanti, tantissimi ospiti tra cui proprio i cantanti che, dopo l’esibizione al Teatro Ariston, verranno a commentare a caldo un po’ le emozioni che hanno vissuto pochi minuti prima”.

Subito dopo il taglio del nastro, la Camera di Commercio delle Marche, che quest’anno è partner istituzionale del Villaggio del Festival, ha innalzato una mongolfiera con la scritta “Le Marche salutano il Festival”, su cui si è esibita una danzatrice acrobatica con una coreografia spettacolare che ha lasciato i presenti a bocca aperta.

“E’ un’occasione straordinaria – ha spiegato il governatore delle Marche Acquaroli – per fare incontrare due terre, due tradizioni e due culture che sono sicuramente in sinergia e in simbiosi sotto molteplici punti di vista ma che hanno un territorio profondamente diverso. Due realtà, due bellezze della nostra Italia che si incontrano per il Festival e che vogliono promuovere la bellezza del nostro Paese in Italia e nel mondo”.

“Vorremmo emozionare Sanremo – ha aggiunto Gino Sabatini, presidente della Camera di Commercio delle Marche – come lo farà l’Ariston, per far conoscere le Marche, quello che possiamo dare, quello che possiamo mettere in campo per il nostro turismo e per i nostri operatori. Ecco perché siamo nella manifestazione più importante che c’è a livello internazionale”.

A celebrare questo inedito gemellaggio tra Liguria e Marche, anche l’assessore al turismo del Comune di Sanremo, Giuseppe Faraldi. “E’ una bella sinergia – ha concluso Faraldi – tra la nostra città, la città del Festival, e la Regione Marche. Noi siamo molto contenti di questi momenti di incontro che valorizzano il nostro territorio italiano. Il Festival di Sanremo è la manifestazione più importante d’Italia ed è giusto che sia vetrina anche per realtà come le Marche”.

Ultimi pubblicati