venerdì, Giugno 21, 2024
HomeAutoprodottiSan Marino, il nuovo paradiso fiscale dei pensionati

San Marino, il nuovo paradiso fiscale dei pensionati

Date:

Articoli correlati

Calcio, la Spagna domina ma vince 1-0 con autogol di Calafiori

Iberici agli ottavi, lunedì contro la Croazia Roma, 20 giu....

Golf, Manassero guida con Korhone l’open d’Olanda ad Amsterdam

L’italiano con 7, il finlandese autore di una hole...

Design, A.Fontana: pilastro di economia e identità lombarda

Così a consegna dei premi ‘Compasso d’Oro ADI 2024’ Milano,...

Tassazione di benvenuto del 6% per i primi 10 anni per i pensionati che intendono trasferirsi

Chi non ha mai immaginato un paradiso fiscale come un’isola caraibica o un’isoletta sperduta negli oceani con regimi fiscali agevolati e bassi oppure inesistenti sui depositi bancari? Ebbene, non è sempre così.

Dopo che il Portogallo ha annunciato misure per combattere i ‘furbetti della pensione’ che hanno spinto i pensionati a spostarsi fra Bulgaria, Grecia, Malta, Cipro e Tunisia, San Marino ha deciso di introdurre delle misure per accogliere nuovi residenti.

“Per i pensionati provenienti dall’Ue e dalla Svizzera con redditi superiori a 50.000 euro oppure con un patrimonio oltre i 300.000 euro è prevista una tassazione di benvenuto del 6% per i primi dieci anni da sanmarinesi – spiega Maria Vittoria Tonelli, consigliere d’amministrazione della Cassa di previdenza dei ragionieri e degli esperti contabili – e che scende al 3% al di sopra dei 100mila euro. Aliquota che potrà essere concessa anche a ex dirigenti e funzionari degli organismi internazionali”.

La norma prevede anche che almeno un terzo del patrimonio dei nuovi residenti sia depositato in banche sammarinesi e investito in titoli di Stato o altri prodotti finanziari.

“Una mossa che è stata vista come un modo per competere con altri paradisi fiscali offshore – prosegue Tonelli – e che sembra essere molto allettante per i pensionati anche per il clima favorevole e la vicinanza con la vivace riviera romagnola”.

“Restano però da valutare alcune problematiche legate allo spostamento della residenza fiscale in un Paese che è comunque legato all’Italia – conclude Tonelli – come beni mobili, immobili registrati, la presenza del coniuge o il fatto di lasciare la maggior parte del proprio patrimonio nel belpaese”.

L’articolo San Marino, il nuovo paradiso fiscale dei pensionati proviene da Notiziedi.it.

Ultimi pubblicati