domenica, Aprile 14, 2024
HomeAutoprodottiRedditometro, non è sufficiente dimostrare la mera disponibilità di ulteriori redditi

Redditometro, non è sufficiente dimostrare la mera disponibilità di ulteriori redditi

Date:

Articoli correlati

Israele sotto attacco, Khamenei: “Il regime malvagio sarà punito”

Attacco contro Israele denominato “Promessa onesta” Roma, 13 apr. (askanews)...

Fondi Sud,De Luca: Consiglio stato non ha dato ragione al Governo

Il governatore: ha sospeso i termini Napoli, 13 apr. (askanews)...

“Dolce Vita Orient Express”: vini con Vinitaly e menù con Heinz Beck

Il treno del lusso a Veronafiere. Primo viaggio in...

La sentenza della Corte di Cassazione

L’ordinanza della Corte di Cassazione n. 2746/2024 fa luce su alcuni principi relativi alla prova contraria in materia di ‘Redditometro’.

Nel caso in esame, relativo ad un avviso di accertamento che ha rettificato in via sintetica il reddito di due coniugi, la CTR del Veneto – evidenzia Guido Rosignoli, vicepresidente della Cassa dei ragionieri e degli esperti contabili – aveva accolto l’impugnazione dei contribuenti, sostenendo che per superare la presunzione di cui all’art. 38, comma 4, del D.P.R. n. 600/1973, bastava dimostrare, per l’anno accertato, di aver avuto la disponibilità finanziaria sufficiente a giustificare il tenore di vita riscontrato dall’Ufficio.

In disaccordo l’Agenzia delle Entrate che ha proposto ricorso in Cassazione.

“La Suprema Corte ha rigettato l’interpretazione della Corte veneta – aggiunge – sostenendo che non è sufficiente dimostrare la mera disponibilità di ulteriori redditi, ma bisogna anche fornire prove documentali su circostanze sintomatiche che dimostrino che tali redditi sono stati utilizzati per coprire le spese contestate”.

La normativa, infatti, richiede una prova documentale sull’entità di tali eventuali ulteriori redditi e sulla durata del relativo possesso.

“Gli Ermellini hanno poi chiarito che il nuovo comma 5-bis dell’art.7 del D.Lgs. n.546/1992 – conclude Rosignoli – ribadisce l’onere probatorio dell’Amministrazione finanziaria in ordine alle violazioni contestate al contribuente, ma non modifica l’onere probatorio vigente in caso di presunzioni legali che comportino l’inversione dell’onere probatorio”.

L’articolo Redditometro, non è sufficiente dimostrare la mera disponibilità di ulteriori redditi proviene da Notiziedi.it.

Ultimi pubblicati