Torre del Greco, focus sulla “Tax Compliance”
22 Novembre 2019
Commercialisti, a Napoli le start up in competizione
24 Novembre 2019
Mostra tutto

Dove nasce l’abito del Papa

Industria Manifatture Serpone & Co

Durante la visita al laboratorio Serpone si potranno ripercorrere duecento anni di storia di Napoli e toccare un mano una tradizione, quella della produzione di paramenti sacri, molto importante: l’artigianato sacro napoletano dal ‘700 fino ai nostri giorni è stata infatti una delle produzioni che ha più caratterizzato Napoli nel mondo.
La produzione è realizzata in una sede spettacolare, gli ex cantieri Pattison, uno dei primi grandi opifici industriali di Napoli nei primi decenni dell’Ottocento (l’officina «Guppy & Co» era capace di produrre circa tre locomotive l’anno). Ancora oggi qui si producono bandiere, gonfaloni, toghe per magistrati ed avvocati, ma soprattutto si realizzano i paramenti per la Sacrestia Pontificia e per i papi (da Giovanni Paolo II in poi) e per tutte le concelebrazioni pontificie (cardinali, vescovi, diaconi, etc). Sono state realizzate in questo laboratorio le 200 casule (una veste liturgica) che hanno “accompagnato” l’elezione di Jorge Mario Bergoglio al soglio pontificio. Negli enormi ambienti di questo ex opificio ci si potrà perdere tra centinaia di acquasantiere, bambinelli, crocifissi, inginocchiatoi, altari, si potranno ammirare alcune pregiate collezioni private e ricami preziosi, centinaia di fotografie di personalità, ed anche assistere – ove possibile – alle sessioni di restauro di pezzi che vengono inviati qui dall’Italia e dall’estero.
In un articolo de Il Mattino del 23 gennaio 1960 si legge: “i ricami prodotti da questo laboratorio artigiano si trovano in ogni parte del mondo: a Malta, nelle principali chiese, e particolarmente in quella di S. Paolo Naufrago, a La Valletta, a Costantinopoli, nella Basilica di Santa Sofia, in Tripolitania, in Cirenaica, negli Stati Uniti, nell’America Latina…”.

 

Elena Regina Brandstetter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *