La vasca navale universitaria più grande d’Europa
20 Aprile 2018
I commercialisti di Napoli Nord approvano il bilancio 2017
24 Aprile 2018
Mostra tutto

Gli affreschi trecenteschi più belli di Napoli

Coro della chiesa di Donnaregina vecchia

La chiesa di Donnaregina Vecchia conserva nel coro il più esteso ciclo di affreschi trecenteschi della città, di cui è arduo trovare l’uguale al mondo. Viene attribuito all’ambito di Pietro Cavallini e a successive maestranze di profilo giottesco. Realizzato tra il 1307 e il 1320 esso raffigura, in controfacciata, il Giudizio Finale e sulle pareti Storie della Passione e di Sant’Agnese, Santa Caterina e Sant’Elisabetta d’Ungheria (prozia della committente Maria d’Ungheria). Nel 1390 (oppure, secondo altre fonti, 1391) la chiesa subì gravi danni a causa di un fulmine che colpì il tetto, provocando un disastroso incendio. Per fortuna gli affreschi rimasero in gran parte intatti ma patirono un cambiamento cromatico a causa del tremendo calore sprigionato dalle fiamme; si può notare, infatti, un viraggio del colore che dà sul rosso, dopo l’esposizione dei pigmenti (composti maggiormente da terre) alle alte temperature, che conferisce all’insieme la caratteristica colorazione terracotta.
Attualmente ospita la Scuola di specializzazione in Beni architettonici e del Paesaggio della facoltà di Architettura dell’Università Federico II.

Elena Regina Brandstetter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *