Alla “Festa d’Estate 2019” dei commercialisti di Napoli Nord “Raoul & Swing Orchestra”
22 Luglio 2019
Simit, parte da Milano l’ultima spallata per eliminare l’Epatite C
24 Luglio 2019
Mostra tutto

Galleria e acquedotto greco-romano dentro l’hotel

 

All’interno dell’hotel Correra, a pochi passi da piazza Dante, è possibile ammirare un tratto di cinta muraria e camminare in una galleria di circa dieci metri appartenenti ad un acquedotto di epoca greco-romana.
Scoperti durante i lavori per costruire l’albergo, che per questo motivo sono durati 4 anni in più del preventivato, questi ritrovamenti rappresentano una straordinaria testimonianza (nascosta) dell’impianto più antico urbanistico della città. Alla galleria, alta circa un paio di metri e larga un metro e mezzo, si accede direttamente dalla hall dell’hotel, mentre la cinta muraria si sviluppa lungo tutta la struttura alberghiera a più piani, arrivando finanche in alcune camere. Si ritiene che questi resti rappresentino un tratto dell’antico acquedotto, ben visibile nella vicina piazza Bellini dove ci si può affacciare su ritrovamenti datati IV secolo a. C., che scorre al di sotto di via Costantinopoli.
In tempi più recenti il tunnel, in parte liberato dai detriti, è stato utilizzato come retrobottega d’un falegname.
La fine della galleria è stata murata, ma si suppone che il tracciato originale possa continuare ancora per molti metri. Attualmente in questo spazio si svolgono piccole mostre d’arte. Sempre nella hall c’è una grotta, anch’essa d’epoca greco-romana, con enormi pietre fratturate all’interno della quale è stato collocato l’angolo cocktail. Alla luce dell’ottimo stato di conservazione su questi resti non è stata effettuata alcuna opera di restauro.

 

Elena Regina Brandstetter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *