Poppea, vittima o carnefice?
28 Settembre 2017
Le performance di Jakhnagiev “sbarcano” a New York
30 Settembre 2017
Mostra tutto

Arriva a Napoli Iqos, la prima sigaretta che riscalda il tabacco senza bruciarlo

Presentato alle falde del Vesuvio una valida alternativa al tradizionale fumo

NAPOLI – Dopo aver lanciato a Milano IQOS tre anni fa, in anteprima mondiale con Nagoya (Giappone), Philip stick di tabacco. Eliminando il processo di combustione caratteristico delle sigarette, IQOS abbatte la formazione di sostanze dannose di circa il 90-95%.

Philip Morris Italia arricchisce il suo rapporto con la Campania, già importante regione tabacchicola, puntando sulla città di Napoli, che ha già accolto favorevolmente IQOS, grazie al solo passaparola. Sono infatti circa 12 mila gli utilizzatori di IQOS e oltre la metà della popolazione napoletana dichiara di conoscere prodotti alternativi alle sigarette tradizionali (fonte: ISIMM Ricerche 2017).

Smettere di fumare rimane senza dubbio la scelta migliore che un fumatore possa fare: per la propria salute in primis, ma anche per tutto ciò che gli sta intorno, ma i fatti e i dati dimostrano che non tutti ci riescono o hanno veramente intenzione di farlo. In Italia, ci sono ancora oltre 11 milioni di fumatori, pari al 22% della popolazione e solo in Campania superano ampiamente il milione, ben al di sopra della media nazionale.

Philip Morris International, che ha fatto di un “futuro senza fumo” (www.pmi.com) e dei prodotti a potenziale rischio ridotto la sua principale scommessa, ha investito ingenti risorse in ricerca e sviluppo per oltre 15 anni, grazie al lavoro di oltre 400 scienziati e ingegneri con background professionali straordinariamente eterogenei.

“Il nostro obiettivo di lungo termine è quello di convertire tutti i fumatori adulti ai nuovi prodotti senza fumo: una sfida ambiziosa, ma che le attuali performance a livello internazionale con oltre tre milioni di fumatori già passati a IQOS ci dicono essere possibile, e siamo certi la nuova esperienza partenopea ci incoraggerà a continuare con fiducia in tutta Italia per un futuro senza fumo” (Gianluca Bellavista – Direttore Relazioni esterne e Affari istituzionali di Philip Morris Italia)

Già presenti a Roma, Milano, Torino e Bologna, le IQOS Embassy sono la sintesi dell’aspirazione verso una migliore qualità della vita, dove i fumatori adulti possono conoscere e acquistare al prezzo di 70 euro il dispositivo elettronico IQOS (mentre le ricariche di tabacco continuano a essere vendute in tabaccheria) e ricevono un’assistenza dedicata durante tutto il processo di “conversione”, individuato in circa due settimane. Si offrono, inoltre, come location perfette anche per ospitare eventi e progetti che spaziano dall’arte al design, ma che in comune hanno il potenziale di essere altamente innovativi e sperimentali, veri e propri ‘game changer’ nel loro settore di riferimento.

A rafforzare questo legame contribuisce anche il progetto architettonico alla base di tutti gli spazi IQOS che prevedono moduli in Plyfix™ Tetrapod, una particolare struttura modulare multifunzione, che, oltre a rappresentare una soluzione espositiva, ha un ruolo strutturale e funzionale, fornendo luce artificiale e purificazione dell’aria all’interno degli spazi. I Tetrapod sono composti da fogli in simil-feltro prodotti interamente da materiale riciclato, e realizzati senza alcun tipo di collante.

L’ideatore è Arthur Huang, fondatore di Miniwiz, strutturista, architetto, specialista in soluzioni innovative nell’ambito dei materiali di costruzione e delle applicazioni per il riciclo dei rifiuti post-consumo mirate ad accelerare il passaggio a un’economia circolare.

Cristina Guerra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *