martedì, Marzo 5, 2024
HomeAutoprodottiMutui in discesa, la prima buona notizia del 2024

Mutui in discesa, la prima buona notizia del 2024

Date:

Articoli correlati

Ue, cosa prevede l’accordo in trilogo sul regolamento imballaggi

Accolte eccezioni su obiettivi riuso, restano divieti plastica monouso Bruxelles,...

Calcio, Sarri: “Niente è impossibile, serve coraggio”

Domani Bayern-Lazio, ritorno degli ottavi di Champions Roma, 4 mar....

Regolamento sugli imballaggi, c’è l’accordo tra le istituzioni Ue

Concluso il negoziato iniziato stamattina, a breve i dettagli Bruxelles,...

Secondo i mercati e gli analisti, nell’anno appena iniziato i tassi potrebbero scendere, dando respiro a chi negli ultimi mesi ha assistito ad un vero salasso

Potremmo considerarla la prima buona notizia di questo 2024.

Il progressivo rilassamento della stretta monetaria delle banche centrali sta iniziando a produrre – i tanto sperati – effetti positivi per coloro che hanno sottoscritto mutui a tasso variabile.

“I mercati sono pronti a scommettere su un necessario ed inevitabile taglio del tasso di interesse attualmente fissato al 4,5% per decisione della BCE, tanto che alcuni analisti – spiega Luigi Pagliuca, presidente della Cnpr – prevedono un taglio di 25 punti base nella prossima primavera, seguito probabilmente da un ulteriore ridimensionamento vicino all’estate dell’0,5%, riportando così i tassi europei al 3,50%”.

Trend positivo che emerge anche dal calo costante del parametro di calcolo dei mutui fissi, l’IRS (Interest Rate Swap).

“Se ad oggi, paradossalmente – prosegue Pagliuca – il tasso fisso a 30 anni risulta costare in meno rispetto a uno variabile, presto grazie al calo dei tassi d’interesse, che dovrebbero caratterizzare il 2024, il tasso variabile tornerà ad essere il più conveniente”.

L’articolo Mutui in discesa, la prima buona notizia del 2024 proviene da Notiziedi.it.

Ultimi pubblicati