venerdì, Maggio 24, 2024
HomeAutoprodottiIl primo maggio il Governo ha approvato il Decreto Lavoro

Il primo maggio il Governo ha approvato il Decreto Lavoro

Date:

Articoli correlati

Maiorca, crolla terrazza di cocktail bar:almeno 4 morti e 27 feriti

Ma si teme che molti altri siano rimasti intrappolati...

M.O., direttore Cia tenta rilancio negoziati su cessate il fuoco a Gaza

Lo scrive il New York Times. Prossimi colloqui in...

Wwf, in Sicilia primo nido di tartaruga marina del 2024 in italia

23 maggio, Giornata mondiale delle Tartarughe Roma, 23 mag. (askanews)...

Il Governo ha approvato il Decreto Lavoro al termine di una riunione ministeriale durata circa un’ora e mezza. Marina Calderone, Ministro del Lavoro, ha sottolineato che le misure includono una visione. “Garantiamo che le nostre misure non sono interventi spot, ma una visione che sarà concretizzata e attuata sul territorio”.

E ha aggiunto: “In questa giornata dedicata al lavoro e ai lavoratori, il Governo ha introdotto anche importanti misure a sostegno delle famiglie, come ulteriori interventi sul cuneo fiscale e l’introduzione dell’Assegno Comprensivo per sostenere le famiglie in situazioni di vulnerabilità, annunciato da tempo”. L’indennità comprensiva “si riferisce alla volontà di suddividere il numero di persone per meglio intervenire a sostegno di nuclei familiari con esigenze diverse”.

Tra le misure proposte dal Governo, Calderone ha affermato che “sono previste misure di attivazione lavorativa, il cui elemento chiave è che chi vuole intraprendere questo percorso deve farlo mostrando disponibilità e dando una rilevante dimostrazione di attivazione. A coloro che partecipano ai corsi di formazione viene offerta l’opportunità di un sostegno e di un servizio alla comunità durante il corso di formazione”.

“Il concetto che vogliamo esporre è che il Decreto Dignità non favorisce la sicurezza del lavoro. Lasciamo alle parti sociali la definizione delle proprie motivazioni, con l’intento di rendere il mondo del lavoro maggiormente inclusivo, valorizzando tutte le forme contrattuali”.

Quello approvato dal Consiglio dei Ministri, ha proseguito Calderone, “è un intervento di ampio respiro che risponde a molti aspetti e prevede un percorso che non è solo per chi ha bisogno di lavorare, ma anche per chi vuole lavorare”. “Credo si possa dire che il Governo è già intervenuto con le manovre di bilancio della riconferma e degli aumenti del cuneo. Intervenire ancora è una dimensione della necessità di sostenere le famiglie”.

Infine e conclude: “Abbiamo istituito un fondo per risarcire le famiglie che hanno perso i figli nei percorsi di alternanza scuola-lavoro”, ha annunciato. Così come “ci sono tanti interventi anche sul fronte della sicurezza sul lavoro e l’intensificazione dei controlli per gestire in modo più appropriato le evidenze in materia di sicurezza”.

Lucio Giacomardo

Ultimi pubblicati