Diplomatica svizzera morta a Teheran, è giallo
10 Maggio 2021
Al via le “Giornate Fai di Primavera”
13 Maggio 2021
Mostra tutto

Ramadan: inizia oggi il digiuno per un quarto della popolazione globale. Pilastri e diffusione di una religione in continua crescita

Comincia oggi il mese di digiuno, uno dei Cinque Pilastri dell’Islam. Dall’alba al tramonto, i musulmani si astengono dal consumo di cibi e bevande e dall’attività sessuale. I fedeli dell’Islam sono anche incoraggiati ad astenersi da pensieri e azioni impure, come mentire, e a impegnarsi in opere di carità. Trattasi di una vera e propria purificazione di animo e spirito.

Sebbene il ramadan sia molto famoso anche a coloro che non praticano la religione, bisogna chiarire che la fede islamica prevede anche altri quattro pilastri: la Testimonianza  (shahadah), la preghiera (salat), l’elemosina legale (zagat) ed il pellegrinaggio (hajj) alla Mecca.

È bene specificare, che a seconda del luogo geografico in cui si vive, il digiuno può durare da un minimo di 11 ore (esempio ne è l’Australia) ad un massimo di 20 ore (è il caso dell’Islanda e Groenlandia). Al termine del periodo, viene celebrato lo Id al-fitr, in altre parole l’interruzione del digiuno, una delle festività religiose più importanti del calendario islamico. Poiché il calendario segue l’anno lunare, il mese di Ramadan ogni anno cade in un momento differente e man mano retrocede, fino a cadere in una stagione diversa.

Oggi, secondo i dati diramati dal Pew Research Center, i mussulmani sono il gruppo religioso in più rapida crescita nel mondo. Dopo il cristianesimo, l’Islam al momento è la seconda religione più diffusa al mondo, ed è la religione che cresce più di tutte le altre, tanto che, se le attuali tendenze demografiche continueranno, il numero di musulmani dovrebbe superare quello dei cristiani entro la fine di questo secolo.

Sebbene molti paesi del Medio Oriente e del Nord Africa abbiano forti concentrazioni di musulmani, la regione ospita in realtà solo il 20% circa dei musulmani nel mondo. La maggioranza dei musulmani (62%) vive in effetti nella regione Asia-Pacifico. L’ Indonesia è il paese con la più grande popolazione musulmana nel mondo, ma il Pew Research Center prevede che il record passerà all’India, che pur restando un paese a maggioranza indù avrà circa 300 milioni di musulmani entro il 2050.

Giorgia Cremona

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *