M5S e Lega a confronto
5 settembre 2018
San Gennaro celebrità negli States!
10 settembre 2018
Mostra tutto

Gli Abba immortali e il ritorno di Mamma Mia!

Mamma Mia! Ci risiamo. È proprio il caso di scriverlo perché in questi giorni è approdato al cinema il sequel del fortunato film del 2008, ed è già un successo planetario. Si rivedono sul grande schermo i fortunati personaggi della prima pellicola nella ormai nota location isolana di Kalokairi. Ma qui la Grecia rientra solo nella finzione scenica, perché le riprese iniziate nel 2017 sono state in realtà effettuate in Croazia nella sperduta Isola di Vis, una base militare chiusa al turismo per anni. Le canzoni degli Abba, da Dancing Queen a Waterloo, tornano a evocare scenari ed emozioni a cui un pubblico di affezionati del genere non può rinunciare. Perché Mamma Mia! Ci risiamo è prima di tutto una commedia musicale che inneggia all’amore e ai legami duraturi, nella quale si innesca una trama dai risvolti inaspettati.

Si ripresentano gli stessi attori di dieci anni fa, con qualche anno in più ma in gran spolvero, mentre la protagonista rivelazione del 2008, Meryl Streep, Donna Sheridan, appare inaspettatamente come una visione eterea solo sul finale del film. Questo sequel è però allo stesso tempo un prequel, nel quale il racconto si muove su due piani narrativi paralleli, uno postumo che riparte dal momento in cui abbiamo lasciato i protagonisti del primo film, l’altro invece ritorna indietro agli anni Settanta. Al periodo dell’adolescenza di Donna, interpretata da una talentuosa Lily James, fino all’approdo sull’isola greca durante un viaggio determinante in cui la giovane incontra i tre uomini della sua vita. Tutti amati fugacemente, ma capaci di cambiare e condizionare il corso degli eventi. Parliamo di un ironico Colin Firth, del fascinoso Pierce Brosnan in versione canora e dell’attore svedese Stellan Skarsgard. A questi si aggiunge l’inedito Andy Garcia, nei panni del playboy e direttore dell’albergo di Kalokairi.

Elementi nostalgici e stereotipi romantici a volte melensi ma confezionati ad arte, confermano abilità registica  di Ol Parker) e buone prestazioni attoriali del cast. Amori di gioventù, una ragazza madre in un luogo sperduto, tre papà per una figlia e canzoni diventate tormentoni per tanti generazioni, condiscono una commedia musicale senza tempo. C’è pure una new entry conferma di talento indiscusso, una partecipazione della cantante attrice settantaduenne Cher, qui nei panni di una nonna a metà tra Crudelia De Mon e Miranda Priestly del film Il Diavolo veste Prada. Su tutto il marchio inconfondibile degli Abba, la band che ad aprile ha annunciato via social una reunion e che ha già pronti due nuovi brani. Uno di questi verrà presentato a dicembre in uno speciale tv prodotto dalla NBC e dalla BBC. Evento atteso da milioni di fans speranzosi di rivedere ancora lo storico gruppo in concerto in giro per il mondo.

Marita Langella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *