Gaucci con E. Tulliani
Gaucci tornerà in Italia
3 Novembre 2008
Bush: Obama vincerà
4 Novembre 2008
Mostra tutto

Sean Penn attivista gay in “Milk”

Milk

Sean Penn sta per arrivare sul grande schermo nei panni di Harvey Milk nel nuovo, atteso, film di Gus Van Sant, ‘Milk’, nei cinema americani dal 5 dicembre. Dopo aver interpretato nel 2006 un governatore corrotto in Tutti gli uomini del re, Penn torna ad occuparsi di politica ma questa volta lo fa trasformandosi in uno dei più famosi attivisti per i diritti dei gay: Harvey Milk, appunto, il primo omosessuale dichiarato ad essere stato eletto consigliere comunale a San Francisco per poi finire assassinato nel 1978.

Diretta da Gus Van Sant e costata poco più di venticinque milioni di dollari, la pellicola è stata presentata in anteprima il 28 ottobre scorso a San Francisco, davanti a migliaia di fan e dimostranti che hanno riempito le strade con cartelli e scritte contro la Proposition 8 (la proposta di legge che si votera’ in Califonia proprio oggi con un referendum e che potrebbe abolire i matrimoni tra gay, legali nello stato americano dal 17 giugno). Proprio trent’anni fa, Milk si era battuto contro una simile proposta per vietare ai datori di lavoro il diritto di licenziare gli omosessuali: quella era stata la sua grande vittoria politica e, soltanto pochi mesi dopo, sarebbe stato ucciso.Harvey Milk è stato infatti assassinato a San Francisco il 27 novembre 1978, insieme al sindaco George Moscone, da un altro consigliere comunale, Dan White, che nel film è interpretato da Josh Brolin. Sean Penn, premio Oscar nel 2003 per Mystic River, è al suo primo ruolo da omosessuale ed è affiancato da un cast di stelle. Oltre a Brolin, al momento nelle sale americane con un’altra biografia, W di Oliver Stone, dove veste i panni del presidente americano George W. Bush, Milk è interpretato anche da James Franco, nel ruolo di Scott, il primo amore del protagonista; il messicano Diego Luna, Victor Gerber ed Emile Hirsch, che è stato diretto proprio da Sean Penn lo scorso anno in Into the Wild. Gus Van Sant ha scelto di girare a San Francisco nei luoghi in cui Milk, nato nel 1951 a Long Island, ha vissuto e lavorato: uno dei suoi luoghi preferiti era il quartiere gay Castro, dove aveva aperto un negozio di fotografia. “Abbiamo fatto molte ricerche per essere sicuri che anche solo i negozi mostrati nelle strade fossero aperti nell’anno in cui si svolge la scena. è una storia vera, la storia di un uomo che è riuscito a cambiare la storia ed era importante concentrarsi anche sui piccoli dettagli”, ha spiegato il regista e, a proposito del protagonista ha aggiunto: “Ci sono pochi attori al mondo capaci di trasformarsi in un personaggio cosi’ forte e con un carisma del genere, e Sean è uno di quelli”. “Nel clima politico attuale recitare nei panni di un gay era una sfida” – ha raccontato Sean Penn – “Oggi abbiamo più bisogno che mai di questo tipo di film perchè ha un messaggio chiaro, ma fondamentale: la tolleranza, un sentimento che ormai stiamo tutti dimenticando”.

Teresa Lucianelli

Comments are closed.