Inquinamento e ritardo dello sviluppo
30 Agosto 2019
L’appello dei commercialisti al ministro Gualtieri: rinviare l’applicazione degli ISA
6 Settembre 2019
Mostra tutto

Sarà una stagione di grande cinema

“Il cinema è nato e non può morire, non morirà mai”. Queste le parole del maestro Mario Monicelli, che però profetizzava anche la futura chiusura delle sale cinematografiche. Scenari per fortuna lontani visto che il calendario delle prossime pellicole autunnali racconta di un mercato in piena attività. Saghe, biografie, film d’autore ed horror sono solo alcuni dei generi fortunati sul grande schermo. Complice la mostra del cinema di Venezia che ha aperto i battenti e come ogni anno è un palcoscenico importante per le novità stagionali in arrivo.

È in programmazione nelle sale il film forse più atteso dell’anno, il remake del Re Leone che nella sola prima settimana ha già incassato quasi 20 milioni. Ad un passo dal superare il campione di incassi prodotto sempre da Disney, Avengers Endgame. Settembre sarà il mese di “C’era una volta… a Hollywood”, firmato Quentin Tarantino, da mercoledì 18 in sala. Di Caprio nei panni di un attore che insegue la fama, e il suo stuntman interpretato da Brad Pitt, si muovono nella cornice di una vicenda tragica nella Hollywood degli anni Sessanta. Gli omicidi di Cielo Drive dell’agosto del 69 perpetrati dalla setta di Charles Manson in cui morirono l’attrice Sharon Tate ed alcuni amici. Fatti che suscitano ancora oggi sconcerto e curiosità morbosa.

Per gli amanti delle biografie, poi, “Tolkien” è la storia dell’omonimo scrittore britannico autore de “Il Signore degli Anelli” e lo “Lo Hobbit”, mentre per il mondo degli horror arriva il secondo capitolo di “IT”. Lo spaventoso clown Pennywise, nato dalla penna di Stephen King, torna due anni dopo il primo episodio.  Anche il cinema made in Italy presenta alcuni titoli da menzionare, come “Vivere” della regista Francesca Archibugi, che porta in scena i drammi della famiglia Attorre, con Micaela Ramazzotti, Adriano Giannini e Massimo Ghini. 

Proiettate a Venezia due pellicole che hanno convinto pubblico e critica: si tratta di “Ad Astra”, un fantamovie sulle sorti dell’uomo nell’universo, e il “Joker” con Joaquin Phoenix. Un’iconica interpretazione di Villain, la cui storia inedita sul grande schermo sarà da ottobre nelle sale. Insomma, in tutte le sue declinazioni il cinema rimane ancora l’unico mezzo per scuotere le emozioni, stimolare riflessioni e toccare le nostre corde più intime.

Marita Langella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *