Dottori commercialisti ed esperti contabili di Napoli Nord approvano il bilancio di previsione 2018
3 Dicembre 2017
De Pascale, assicurare il riscaldamento in tutte le scuole della Campania
5 Dicembre 2017
Mostra tutto

L’Erede maledetto

Ritorna il mago Harry Potter ma questa volta a teatro con suo figlio

Mentre i fan sperano in un ritorno di Harry Potter e del suo mondo magico, nasce un’opera teatrale in due parti di Jack Thorne su soggetto di J. K. Rowling, John Tiffany e Jack Thorne: Harry Potter e la maledizione dell’erede (Harry Potter and the Cursed Child).

Di questo libro, in verità copione teatrale, si è parlato moltissimo perché non è stato molto amato dai fan. Molte immagini e scene sono sicuramente accattivanti, ma entra in contraddizione con alcuni elemeti del fine precedente.

Il testo ci riporta in un luogo magico a noi familiare ovvero del binario 9 e ¾ dove, i vecchi protagonisti, e sono passati 20 anni, sono presenti con i figli in partenza per Hogwarts. In questi primi tre anni di racconto si leggono, e sono anche piacevoli, le difficoltà di Harry adulto col figlio Albus avuto con Ginny Weasley, il suo secondogenito, le maldicenze su Scorpius, che a detta di molti è figlio di Voldemort, ma poi ci si perde.

Quest’opera è stata presentata in anteprima al Palace Theatre di Londra il 7 giugno 2016, mentre l’opera ha fatto il suo debutto ufficiale il 30 luglio, con il aplauso di critica e pubblico, vincendo addirittura 9 Laurence Olivier Awards, tra cui quello alla migliore opera teatrale nel 2017.

In lingua italiana il testo teatrale è stato pubblicato il 24 settembre 2016 da Salani, già produttore della serie della Rowling. Ad interpretare il maghetto inglese oramai adulto è stato chiamato l’attore Jamie Parker, con Noma Dumezweni alias Hermione Granger, e Paul Thornley nelle vesti di Ron Weasley, ed ancora Draco Malfoy e suo figlio Scorpius, rispettivamente interpretati rispettivamente da Alex Price e Anthony Boyle. Mnetre Sam Clemmett interpreta il protagonista dell’opera, Albus Potter figlio di Harry, mentre il ruolo dell’antagonista Delphi Diggory è ricoperto da Esther Smith.

M il 21 maggio 2017 gran parte del cast originale lascia la produzione e vengono sostituiti da altri attori, così avverrà il 20 maggio 2018 con il terzo cast. Un turbinio di cambi e modifiche, di contraddizioni nella storia, ma soprattutto dello sguardo accigliato dei fan. I quali si sono lamentanti della storia, che viene definita senza senso o contraddittoria in alcuni eventi e comportamenti dei personaggi, già conosciuti nei sette capitoli della saga, eppure nonostante le critiche dei fan della saga originale, l’opera teatrale si è rivelata un successo sia di premi che al botteghino. Questa è vera magia.

Marco Fiore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *