Schianto Kubica, rischia l’uso di una mano
7 Febbraio 2011
ECONOMIA, A NAPOLI FORUM SU FISCO E LEGGE DI STABILITA’
7 Febbraio 2011
Mostra tutto

Maurizio Pollini al san Carlo

Si esibisce il celebre pianista milanese, protagonista della scena musicale internazionale da quarant’anni, al San Carlo di Napoli

Si esibisce il celebre pianista milanese, protagonista della scena musicale internazionale da quarant’anni, al San Carlo di Napoli

 

Classe 1942, grande maestro ed artista internazionale, si esibisce nei più grandi teatri del mondo con i più importanti direttori, insieme ad orchestre prestigiose. Si Tratta di Maurizio Pollini, da oltre quarant’anni protagonista del panorama musicale internazionale, pianista d’eccezione che giovedì 10 febbraio alle ore 20.30 approderà al San Carlo di Napoli. Pollini manca dal capoluogo campano dal gennaio 2006, quando ha eseguito brani di Liszt, Webern e altri e si è  esibito con i più importanti direttori e orchestre del mondo.Tra i tanti premi, nel 2007 ha ricevuto il Grammy Award per la miglior interpretazione strumentale solista, senza orchestra, per la registrazione dei Notturni di Chopin. Il concerto di giovedì sarà incentrato sulle musiche dell’ultimo Beethoven: il trittico, eseguito tutto d’un fiato e senza intervallo, delle tre Sonate conclusive – Op. 109, 110 e 111 – dell’intero corpus per pianoforte, monumentale  caposaldo della letteratura dedicata a questo strumento. Composte tra il 1820 e il 1822, esse rappresentano per un pianista la tappa finale di un viaggio verso i più alti valori etici e spirituali dell’Arte, giungendo alla rarefazione del linguaggio musicale delle Variazioni conclusive dell’Op.111. Siamo, quindi, nel pieno della produzione conclusiva dell’autore tedesco, che si differenzia in modo netto da quella precedente, con una serie di brani molto particolari, all’epoca scarsamente capiti e poco apprezzati, in quanto contraddistinti da strutture e sonorità molto particolari.Un suono puro, cristallino una tecnica immensa che si sposa con la grande pulizia alla ricerca di una perfezione che solo un artista come Pollini può possedere.

Dalila De Felice

Comments are closed.