Lavori e rifiuti, Castellammare diventa invivibile
16 Maggio 2008
Olio contaminato, allarme in Europa
21 Maggio 2008
Mostra tutto

La scuola elementare Rodari a Napoli vince il primo premio alla Giornata Mondiale della Danza

Con un componimento scritto sulla danza, la piccola Martina Di Fratta, della Scuola Elementare ‘Gianni Rodarì di Villa Literno, ha vinto la sezione A del concorso “Giornata Mondiale della Danza”, organizzato a Napoli dalla scuola ‘Movimento Danzà.
Quando ballo mi sento leggera e sento che ho le ali e volo nel cielo e faccio chilometri…”, sono alcune parole prese dal componimento che ha permesso a Martina di ricevere il primo premio.

Con un componimento scritto sulla danza, la piccola Martina Di Fratta, della Scuola Elementare ‘Gianni Rodarì di Villa Literno, ha vinto la sezione A del concorso “Giornata Mondiale della Danza”, organizzato a Napoli dalla scuola ‘Movimento Danzà.
Quando ballo mi sento leggera e sento che ho le ali e volo nel cielo e faccio chilometri…”, sono alcune parole prese dal componimento che ha permesso a Martina di ricevere il primo premio.


Scopo dell’iniziativa è sensibilizzare i giovani verso una riflessione sul valore della danza come linguaggio universale per unire giovani di etnie e tradizioni diverse.

Raggiunto telefonicamente a Chiusi, dove ha accompagnato i suoi alunni per il Festival Internazionale “Ragazzi in Gamba”, il Dirigente Scolastico Pasquale di Pasqua si è detto “felice per la vittoria e sempre più orgoglioso di rappresentare questi ragazzi nelle rassegne artistiche e culturali che si tengono in tutta Italia; siamo sempre ben disposti a promuovere attività che aiutino i nostri giovani ad essere protagonisti della società, coadiuvando in questo modo l’attività didattica curriculare”.

A Napoli per la premiazione è intervenuto anche l’assessore Nicola Griffo, docente della stessa scuola: “la danza non rappresenta solo il movimento del corpo ma è strumento di comunicazione utile alla piena manifestazione dell’individuo e rientra pienamente fra i canali che noi docenti dobbiamo utilizzare per favorire la crescita dei nostri alunni”. Dal punto di vista amministrativo, l’assessore Griffo, che da oltre 5 anni detiene la delega alla Pubblica Istruzione, ha assicurato che “il Fabozzi-bis proseguirà nel solco degli ultimi cinque anni nell’assicurare alla scuola tutti gli investimenti necessari”.

Un pensiero anche dall’insegnante Teresa Saggiomo che ha seguito i ragazzi partecipanti al concorso (con Martina Di Fratta, hanno avuto una menzione speciale anche Rosalba Oliviero e Antonia Di Fratta): “abbiamo vinto un premio di danza non ballando ma scrivendo di danza, testimoniando come i nostri ragazzi abbiano valori e qualità da esprimere”.

 

 

Claudia Lucianelli

Comments are closed.