“Artestate” a Casagiove, buona la prima!
20 settembre 2018
Evasione fiscale e partite Iva
24 settembre 2018
Mostra tutto

Gli eventi della moda e la storia di Madeline

Si continua oggi più che mai a discutere di diversità come inclusione e traguardo per abbattere barriere sociali e culturali. E quando da un settore selettivo e irraggiungibile ai più come quello della moda giungono notizie che vanno verso il superamento di schemi precostituiti, si parla di rivoluzione. Per estensione al mondo dello sport che promuove atleti con disabilità gravi in diverse discipline olimpiche, l’ultima frontiera delle sfilate internazionali è aprire il campo a chi riesce a ridefinire un handicap e trasformarlo in un lavoro di successo.

Madeline Stuart è la prima modella affetta dalla sindrome di Down ad aver collezionato a soli 21 anni traguardi importanti, tanto da diventare icona e star del web con un seguito e un riconoscimento mondiale. Nel mese della moda milanese, appuntamento immancabile per appassionati e maison internazionali, il caso di questa giovane australiana suscita particolare interesse.

È una storia di originalità la sua, dall’incedere inconfondibile in passerella, alla sua piccola statura, ma è soprattutto un’occasione di riflessione su temi mai sdoganati. L’iconicità dei corpi statuari, i lineamenti perfetti, le rigide proporzioni fisiche a cui ci hanno abituato riviste e copertine, lasciano posto alle particolarità di un corpo che la sindrome ha reso diverso dalla nascita. Madeline è l’espressione di questa peculiarità, è la passione che si trasforma in costanza, nella convinzione di poter coronare un sogno lavorando per quell’obbiettivo. Ed è così che ha raggiunto il record di partecipazione a ben otto show durante l’ultima fashion week di New York, mentre è già apparsa sulle più famose riviste di moda, da Vogue a Marie Claire e Moda Magazine.

Al suo fianco una mamma manager con le idee chiare e la determinazione per conquistare altri palcoscenici importanti, tra cui a breve la moda di Parigi, a cui Madeline prenderà parte. E mentre anche quest’anno si accenderanno i riflettori sull’evento glamour più atteso dai fashion addicted, ovvero la sfilata in lingerie di Victoria’S Secret, lei ha già espresso un desiderio. Indossare tacchi e pizzi, ali e impalcature stravaganti, corpetti e sexy guêpière, e sfilare assieme alle top model più pagate al mondo, gli Angeli di Victoria. Su quel palco che per una notte si trasforma in sogno, pomposità e creazioni originali.

Marita Langella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *