FISCO, PROTOCOLLO TRA AGENZIA ENTRATE CAMPANIA E PROCURA DELLA REPUBBLICA DI NAPOLI CONTRO L’EVASIONE
10 Dicembre 2010
I giocatori del Bologna mettono in mora la società
11 Dicembre 2010
Mostra tutto

Allarme rifiuti, 1700 tonnellate per terra

E’ ancora allarme rifiuti a Napoli dove rimane lento il trasporto alla discarica di chiaiano

E’ ancora allarme rifiuti a Napoli dove rimane lento il trasporto alla discarica di chiaiano

 

Non è solo in periferia che Napoli sta soffrendo l’emergenza rifiuti. Se Pozzuoli è ormai quasi del tutto soffocata dai sacchetti, il centro storico non è da meno. L’aumento della produzione di rifiuti, calcolato ogni mese di un 15% non aiuta il lavoro di smaltimento che comunque si sta tentando di fare. La notte scorsa infatti la raccolta quotidiana si è attestata sulle 1550 tonnellate, a fronte delle 1450 prodotte, con un recupero di appena 100 tonnellate di rifiuti. Oggi sono ancora 1700 le tonnellate di rifiuti che giacciono a terra e la situazione sembra lenta a recuperarsi. Si cerca di salvaguardare le zone più turistiche come quella di San Gregorio Armeno, tentando di recar meno danno ai percorsi di possibile fruizione turistica. In ogni caso i conferimenti nelle discariche rimangono lenti: i rifiuti continuano ad andare nella discarica di Chiaiano, allo stato l’unico invaso disponibile, e negli impianti Stir di Tufino (oltre 300 tonnellate), Giugliano, Santa Maria Capua Vetere e Casalduni. Due le criticità, confermate anche dall’assessore all’Igiene Urbano del comune dei Napoli Paolo Giacomelli: la lentezza dei conferimenti a Chiaiano e le lunghe file dinanzi agli Stir. In questo senso da registrare una fila di trenta ore dinanzi allo Stir di Caivano.

Dalila De Felice

Comments are closed.