Frignano, maggioranza ko in Consiglio comunale
4 Dicembre 2018
ModaNapoli, trend positivo per il week end dell’Immacolata
8 Dicembre 2018
Mostra tutto

Nuovo appuntamento stasera, con “l’assassina della Vicaria”, fantasma di Castel Capuano

Nella meravigliosa cornice di un Convento dei frati domenicani del 1500, quasi a ridosso della famosa Porta Capuana, stasera verrà nuovamente presentato “Io, sono Giuditta” di Assunta Mango.

I partecipanti, presso la Galleria d’Arte Fiorentino sita a Piazza Enrico de Nicola n. 46, a Napoli, con un approccio storico rivivranno la storia di Giuditta Guastamacchia, nota come l’Assassina della Vicaria, che in pieno tumulto legato alla Repubblica Partenopea, si macchiò col suo amante e con i complici, dell’atroce delitto del giovanissimo marito, facendolo a pezzi e disperdendone le membra per la città. 

Arrestati, torturati, processati ed impiccati, la testa e le mani dei rei, per anni rimasero esposte in gabbiette appese a Castel Capuano, quale monito per la popolazione.

Ma Giuditta non è solo un’assassina, ma anche un fantasma che sembra appaia ogni 19 aprile, ricorrenza della sua uccisione, nelle stanze del Castello.

Verbali della Gran Corte della Vicaria, missive con i Bianchi della giustizia, cronache e i diari, la condizione delle donne in quegli anni, la visione antropologica popolare, il percorso dei condannati ed anche le condizioni di morte e prigionia, il tutto per consentire al lettore una chiara visione dei fatti.

“Io, sono Giuditta”, pone le basi di un dialogo tra noi e la protagonista

Sappiamo ciò che è accaduto ed ha vissuto in quei momenti attraverso il libro, ed ora è pronta al verdetto. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *