giovedì, Febbraio 22, 2024
HomePoliticaFOTO | Montecitorio a porte aperte, il primo appuntamento è il 14...

FOTO | Montecitorio a porte aperte, il primo appuntamento è il 14 gennaio

Date:

Articoli correlati

Attacchi israeliani anche a Rafah. OMS: “Gaza è una zona di morte”

In alcune aree la malnutrizione grave è arrivata al...

Nvidia,svolta su IA,ricavi trimestre +265% sorprendono Wall Street

+409% ricavi data center trainano risultati Roma, 21 feb. (askanews)...

Wall Street migliora sul finale dopo Fed, DJ +0,13%, Nasdaq -0,34%

Verbali Fomc: servono più certezze su inflazione prima di...

ROMA – Con il nuovo anno si apre il calendario 2024 di Montecitorio a Porte aperte, che nel 2023 ha fatto segnare circa 3mila presenze. Sono nove gli appuntamenti: il primo sarà il 14 gennaio, e sarà aperto dal concerto in piazza della banda della Polizia di Stato. È possibile prenotare la visita guidata alla pagina eventi.camera.it/eventionline fino a esaurimento posti disponibili. A partire dall’8 gennaio si potrà prenotare la visita del 14 gennaio e, in generale, ogni lunedì precedente si apriranno le prenotazioni per la domenica successiva. Dopo il 14 gennaio, le altre domeniche in calendario saranno il: 4 febbraio, 3 marzo, 7 aprile, 6 ottobre, 10 novembre, 1 dicembre. Sono previste anche edizioni speciali: a maggio in occasione della Notte dei musei, e il 2 giugno per la Festa della Repubblica.

La manifestazione offre la possibilità di visitare i luoghi più significativi di Palazzo Montecitorio, come l’Aula, il Transatlantico, le principali sale di rappresentanza: la sala della Regina, la sala della Lupa, la sala Aldo Moro e la sala delle Donne. Fino al 2 giugno 2024 i visitatori di Montecitorio a porte aperte potranno inoltre vedere alcune particolari installazioni predisposte nel 2023 per il 75esimo anniversario dell’entrata in vigore della Costituzione.

L’articolo FOTO | Montecitorio a porte aperte, il primo appuntamento è il 14 gennaio proviene da Agenzia Dire.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo https://www.dire.it

Ultimi pubblicati