mercoledì, Maggio 22, 2024
HomeAutoprodottiFirmato protocollo per promozione della salute nei corsi di formazione

Firmato protocollo per promozione della salute nei corsi di formazione

Date:

Articoli correlati

Ai Concerti nel Parco 2024 Lemper, Timi, Servillo, Massini e Formigli

Alla Casa del Jazz 12 grandi spettacoli, dal 1...

La nuova disciplina degli autovelox sarà norma dal 28 maggio

Savini ha annunciato che il decreto andrà in Gazzetta...

La Russa: è un errore tornare alla leva obbligatoria ma capisco l’intento di Salvini

“Servizio militare era formativo ma non è compito delle...

È stato firmato al Ministero del Lavoro un accordo per la promozione e la diffusione della cultura della salute e della sicurezza sul lavoro nell’ambito dell’orientamento delle competenze trasversali. Erano presenti il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Andrea Orlando, il Ministro della Istruzione Patrizio Bianchi, il Direttore dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL) Bruno Giordano e il Presidente dell’INAIL Franco Bettoni.

L’accordo avrà durata triennale e, proseguendo l’esperienza già in atto a livello nazionale e regionale, propone progetti, formazione e precetti finalizzati a rendere pienamente efficaci le azioni di sensibilizzazione ai temi e ai valori della salute e della sicurezza in tutti gli ambienti in cui gli operatori scolastici vivono, imparano e lavorano.

L’obiettivo è quello di ridurre sistematicamente gli infortuni attraverso l’utilizzo strategico di efficaci attività di formazione e informazione rivolte ai dirigenti scolastici, ai docenti e a tutti gli studenti, in particolare a quelli prossimi all’occupazione o coinvolti in percorsi per competenze trasversali e indirizzi. Previo coinvolgimento dei Consigli Regionali, le azioni e gli strumenti previsti dal presente protocollo sono proposti anche a tutti gli stakeholder che prevedono alternative quali stage e tirocini nel curriculum.

La pianificazione, la programmazione e l’organizzazione generale del programma di attività da realizzare sarà effettuata attraverso un’apposita commissione di coordinamento composta da cinque rappresentanti: due del Ministero dell’Istruzione, uno del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, uno dell’INL e uno dell’INAIL.

Il ruolo della Commissione è il seguente: Predisporre un piano annuale di attività e progetti da realizzare/promuovere. Monitorare regolarmente l’attuazione delle singole iniziative intraprese, il raggiungimento degli obiettivi e l’efficacia delle attività intraprese.

Il Patto, spiega il Ministro del Lavoro Orlando, “nasce anche da eventi passati”. “Questo accordo è un primo passo per comprendere un quadro di sviluppo degli interventi. Ci auguriamo che il patto si diffonda nelle regioni. Lo monitoreremo per capire i risultati e il grado di consapevolezza”.

Il Ministro dell’Istruzione Bianchi sottolinea che “i tre casi gravissimi registrati quest’anno riguardano i corsi Iefp e i corsi di formazione professionale, non i corsi alternativi scuola-lavoro, e sono relativi alle aree rurali. Per questo speriamo che il Patto si applichi anche a questi corsi”.

Secondo il Presidente dell’INAIL Bettoni “l’accordo è fondamentale per intervenire sulle nuove generazioni e vogliamo stimolare gli studenti. La sinergia tra le Istituzioni è fondamentale per garantire la sicurezza, che a sua volta aiuterà a diffondere questo tema tra gli studenti”. Infine, per il Direttore dell’INL Giordano il codice è vantaggioso perché “ci permette finalmente di agire in sicurezza per tutelare i minori”.

Lucio Giacomardo

Ultimi pubblicati