venerdì, Febbraio 23, 2024
HomeAttualitàFedagripesca Toscana: la carne locale rischia di scomparire

Fedagripesca Toscana: la carne locale rischia di scomparire

Date:

Articoli correlati

Dopo conventi e caserme, i ministri si ‘tuffano’ alle terme

SATURNIA – Un bagno di governo. Dopo regge, conventi,...

Congresso Forza Italia con vista Europee.Tajani: Berlusconi come Maradona

Sullo sfondo la competizione (negata a parole) con Salvini....

Eurogruppo, tensione su Unione dei mercati dei capitali dell’Ue

Il francese Le Maire: basta parlare, è il momento...

Allevamenti stretti tra aumento costi e concorrenza multinazionali

Roma, 13 feb. (askanews) – La carne toscana rischia di scomparire, perché gli allevamenti bovini e ovini locali sono stretti nella tenaglia tra aumento dei costi e concorrenza delle multinazionali. A lanciare l’allarme è Fabrizio Tistarelli, presidente di Confagripesca Toscana, che sottolinea in una nota: “le proteste degli agricoltori di questi giorni hanno sottolineato i principali problemi di questo settore. Dalla Toscana emerge con forza anche un’altra questione, quella relativa alla carne”.

“L’aumento dei costi di materie prime e dell’energia insieme alla concorrenza delle multinazionali hanno creato un effetto tenaglia per le aziende del settore zootecnico – dice Tistarelli – Si tratta di problemi che si vanno ad aggiungere alla diminuzione vorticosa delle richieste da parte dei consumatori, che tendono a scegliere un prodotto a buon prezzo e di bassa qualità legate all’offerta dei grandi produttori”.

“Con questa tendenza prodotti di eccellenza come la carne di chianina rischiano seriamente di scomparire, e insieme a loro un sistema che produce lavoro e garantisce il mantenimento del territorio e del paesaggio rurale – conclude il presidente di Confagripesca Toscana – È un tema su cui chiediamo l’attenzione della Regione e dei parlamentari toscani, non è soltanto una questione economica ma anche una questione d’identità”.

Ultimi pubblicati