Berlusconi: «La crisi? Un virus americano. Gli italiani devono aver voglia di reagire»
24 Marzo 2009
Armstrong si opera, Giro a rischio
24 Marzo 2009
Mostra tutto

Sudafrica, altolà al Dalai Lama «Niente visto fino ai Mondiali»

Il Dalai Lama non potrà entrare in Sudafrica sino al termine dei Mondiali di calcio del 2010. Lo ha annunciato il governo sudafricano dopo che, su pressione della Cina, aveva negato il visto al capo spirituale tibetano per partecipare alla conferenza sul calcio come strumento contro il razzismo e la xenofobia, prevista per venerdì 27 marzo a a Johannesburg.

Il Dalai Lama non potrà entrare in Sudafrica sino al termine dei Mondiali di calcio del 2010. Lo ha annunciato il governo sudafricano dopo che, su pressione della Cina, aveva negato il visto al capo spirituale tibetano per partecipare alla conferenza sul calcio come strumento contro il razzismo e la xenofobia, prevista per venerdì 27 marzo a a Johannesburg.

RINVIO – La conferenza stessa è stata rinviata per il boicottaggio degli altri premi Nobel per la pace che avrebbero dovuto partecipare, ma che avevano annunciato che non si sarebbero presentati per protestare contro la decisione del governo sudafricano. Lo ha annunciato il presidente del comitato organizzatore della conferenza Irvin Khoza, uno dei responsabili locali anche per i Mondiali di calcio del 2010.

PECHINO: «IL SUDAFRICA HA FATTO BENE» – La Cina ha elogiato la decisione di Pretoria di non aver concesso il visto al capo spirituale tibetano. Il portavoce del ministero degli Esteri cinese, Qin Gang, ha affermato che sempre più Paesi cominciano finalmente a comprendere che il Dalai Lama usa la religione come pretesto per ottenere l’indipendenza del Tibet. «Noi ci opponiamo fermamente a tutte le attività secessioniste del Dalai Lama in qualsiasi veste e sotto qualsiasi nome», ha aggiunto il portavoce.

Comments are closed.