Trenta milioni di card fedeltà ogni anno
16 Marzo 2008
Troppi cari mutui e tassi sopra la media Ue
17 Marzo 2008
Mostra tutto

Nasce l’Unione per il Mediterraneo

E’ stato approvato dal Consiglio europeo, in corso a Bruxelles, ha approvato la proposta franco-tedesca per la nascita di un'Unione per il Mediterraneo. La proposta, ha spiegato ieri a tarda sera il premier sloveno e presidente di turno del Consiglio europeo Janez Jansa, sara' ''una sorta di rilancio del processo di Barcellona''. Il Processo di Barcellona, noto anche come Partenariato euromediterraneo, e' il nome con cui si indica la strategia comune europea per la regione mediterranea.

E’ stato approvato dal Consiglio europeo, in corso a Bruxelles, ha approvato la proposta franco-tedesca per la nascita di un’Unione per il Mediterraneo. La proposta, ha spiegato ieri a tarda sera il premier sloveno e presidente di turno del Consiglio europeo Janez Jansa, sara’ ”una sorta di rilancio del processo di Barcellona”. Il Processo di Barcellona, noto anche come Partenariato euromediterraneo, e’ il nome con cui si indica la strategia comune europea per la regione mediterranea.

Questo processo fu avviato dall’Unione Europea, all’epoca composta da 15 stati membri, e da altri 12 stati della regione durante la conferenza di Barcellona nel 1995. L’iniziativa di oggi, ha chiarito Jansa, non vuole sostituire questo processo ma potenziarlo. Jansa, parlando di obiettivi concreti dell’iniziativa, ha affermato, riferendosi alla situazione in Medio Oriente, che l’Unione mediterranea ”dovra’ affrontare anche questo dossier”. Il presidente della Commissione Ue, Jose’ Manuel Barroso, ha dal canto suo spiegato che ora ”abbiamo l’accordo per lanciare questa Unione per il Mediterraneo con certi principi di base, ai quali tutti i Paesi dovranno partecipare. Bisognera’ fare proposte concrete”. Sull’accordo e’ intervenuto anche il presidente del Consiglio Romano Prodi secondo il quale con l’Unione del Mediteranneo ”’bisognera’ fare una politica forte e darle molte risorse finanziarie” perche ”’su questo si decidera’ se vogliamo veramente una politica mediterranea”. Il premier italiano non ha dubbi, ”se partiamo per un rafforzamento del processo di Barcellona, ma poi non moltiplichiamo le risorse, avremo la stessa frustrazione di questi anni nei Paesi della sponda sud”. Insomma, ha concluso Prodi, ”serve una politica mediterranea di tutta l’Unione europea”. Il progetto messo a punto da Merkel e Sarkozy prevede un rafforzamento del dialogo e della cooperazione regionale con la sponda sud del Mediterraneo. Viene anche delineata la creazione di un doppio direttorio, con un presidente proveniente da uno Stato Ue e uno dai Paesi della riva sud – in carica per 2 anni – e finanziamenti attraverso il bilancio comunitario, la Bei e fondi privati, da concentrare inizialmente nel settore della tutela ambientale. 

Federica Daniele

Comments are closed.