Premio Aulisio, al Suor Orsola la prima edizione
29 Ottobre 2009
Influenza A H1N1: primi due casi a Napoli
29 Ottobre 2009
Mostra tutto

L’Iran: «Pronti a collaborare con l’Occidente sul nucleare»

L'Iran apre sul nucleare. Mahmoud Ahmadinejad ha detto che l'Iran dà il via libera allo scambio dell'uranio e che è pronto a collaborare con l'Occidente sulla questione nucleare.

L’Iran apre sul nucleare. Mahmoud Ahmadinejad ha detto che l’Iran dà il via libera allo scambio dell’uranio e che è pronto a collaborare con l’Occidente sulla questione nucleare. Le potenze occidentali sono passate da una politica di confronto alla cooperazione nella questione del nucleare iraniano ha detto il presidente iraniano Mahmud Ahmadinejad, durante un discorso pronunciato a Mashhad, nell’Iran nord-orientale, e trasmesso dalla televisione di Stato.

ATTESA PER LA RISPOSTA DEFINITIVA – Nel suo discorso Ahmadinejad ha ribadito che Teheran non arretrerà di «uno iota» dai suoi diritti nucleari, ma ha sottolineato che la fornitura di combustibile nucleare per un reattore di ricerca è un’opportunità per l’Iran di valutare «l’onestà » delle potenze mondiali e dell’Agenzia internazionale per l’energia nucleare (Aiea). «Accogliamo favorevolmente lo scambio di combustibile, la cooperazione nucleare, la costruzione di reattori e di centrali nucleari. Siamo pronti alla cooperazione», ha affermato il presidente. Per oggi è attesa una risposta formale dell’Iran alla bozza di accordo sulla fornitura di combustibile nucleare presentata dall’Aiea e già approvata dai Paesi che fanno parte del pool di negoziatori (Russia, Francia, Usa). L’Iran aveva fatto sapere che avrebbe accettato l’intesa solo con “modifiche sostanziali” del documento. Un accordo tra Teheran e i paesi occidentali sul programma nucleare iraniano è considerato cruciale per appianare le tensioni emerse a seguito dei timori sul presunto tentativo iraniano di dotarsi dell’arma nucleare.

RIENTRATI GLI ISPETTORI – Sono nel frattempo rientrati a Vienna gli ispettori dell’Agenzia Internazionale dell’Energia Atomica (Aiea) che per quattro giorni hanno esaminato l’impianto iraniano di arricchimento dell’uranio di Fordu, a 47 chilometri da Qom. «È stato un viaggio positivo», ha detto Herman Nackaerts, capo del team, al suo arrivo all’aeroporto di Vienna, citato dal sito di Press Tv. «Abbiamo visitato l’impianto di arricchimento di Fordu – ha proseguito – Ora analizzeremo i dati raccolti e il direttore generale (dell’Aiea, Mohamed ElBaradei) risponderà nei tempi previsti».

Comments are closed.