Vitalone e Graziano: “Occorre sinergia tra magistratura, professionisti e banche per aiutare le imprese ad uscire dalla crisi”
5 Luglio 2020
Museo del Sax: “Roaring the Twenties” con Red Pellini
13 Luglio 2020
Mostra tutto

Hagia Sophia diventa una moschea

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha dichiarato Hagia Sophia di Istanbul aperta al culto musulmano dopo che il tribunale superiore ha stabilito che la conversione dell’edificio in un museo da parte del fondatore della Turchia moderna era illegale. Erdogan ha fatto l’annuncio venerdì un’ora dopo che la sentenza della corte è stata rivelata, nonostante gli avvertimenti internazionali di non cambiare lo status del monumento di quasi 1500 anni, venerato da cristiani e musulmani. “La decisione è stata presa per consegnare la gestione della Moschea di Ayasofya, alla Direzione degli Affari Religiosi e aprirla al culto”, questo è quanto firmato da Erdogan.

L’istituto di sondaggi turchi Metropoll ha però rilevato che il 44 per cento delle persone intervistate ritiene che la questione Hagia Sophia sia oggi all’ordine del giorno per distogliere l’attenzione degli elettori dagli attuali problemi economici della Turchia.

La questione Hagia Sophia è molto sentita e molto spinosa per le ragioni che abbiamo visto finora. Lo dimostra ad esempio l’Unesco, l’agenzia Onu che si occupa della cultura, che ha fatto sapere all’agenzia di stampa Reuters che la Turchia dovrebbe discutere preventivamente con loro qualsiasi modifica dello status di Hagia Sophia, dal momento che è stata iscritta all’elenco dei patrimoni dell’Umanità come museo e con le caratteristiche architettoniche e le funzioni che ricopre attualmente.

“Il mare mi porta un po’ lontano, penso a Istanbul, a Santa Sofia e sono molto addolorato”. Queste le parole di Papa Francesco.

Matteo Giacca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *